giovedì , 24 agosto 2017
Home / Carte da parati / Carta da parati anni 50
Carta da parati stile anni 50

Carta da parati anni 50

Carta da parati anni 50

Quando si va ad abitare in una nuova casa, oppure se si decide di rinnovare il look della propria abitazione, un occhio particolare va prestato nella scelta del colore delle pareti. Infatti, il colore della stanza può significare molto e cambiare l’intera impressione che si ha sull’ambiente, ma se il colore di una stanza ha questo potere, il potere che ha la carta da parati è 10 volte più forte del colore!! Una carta da parati anche senza alcun elemento d’arredo nella stanza può fare la differenza è indiscutibile che un parato anche da solo ARREDA!
Questo concetto a mio avviso viene enfatizzato ancor di più se parliamo di favolose carte da parati anni 50, infatti per gli amanti del vintage, una buona idea è quella di utilizzare una carta da parati anni 50. Si può scegliere di rivestire tutte le pareti della casa con la carta da parati, oppure scegliere solo alcune stanze, come ad esempio la camera da letto, ma anche una sola parete della stanza.

Questa scelta nostalgica riesce a conferire alla casa un aspetto originale e colorato. Infatti, più della semplice tinteggiatura delle pareti, la carta da parati è in grado di rispecchiare la personalità degli abitanti della casa.

Gli anni 50

Gli anni 50 sono stati anni molto creativi, durante i quali sono stati in auge sia colori pastello ed immagini bucoliche, che colori accesi e forme geometriche. Un classico esempio di carta da parati anni ’50 può essere data da piccoli mazzolini di campanule o fiori campestri dai colori tenui, come rosa, lilla o celeste, su sfondo beige.

La caratteristica ripetitività delle immagini stampate sulla carta da parati è capace di donare una sensazione di rilassamento in chi la guarda ed inoltre favorisce il riposo non andando a stancare l’occhio.

Scegliere uno stile ormai vecchio di quasi 70 anni, è una scelta coraggiosa ma che ti garantisce una certa originalità e non farà passare inosservate le tue stanze a coloro che ti vengono a trovare. Sicuramente la vostra casa non passerà inosservata.

Abbinare il mobilio ad una carta da parati anni 50

Un altro particolare da tenere in considerazione, che poi non è propriamente un particolare, è il tipo di abbinamento che desiderate fare con il mobilio. Non si tratta affatto di una scelta scontata, anzi, su questo potete spaziare ed osare tantissimo.

Un’opzione è quella di scegliere mobili vintage, in modo da ricreare una vera e propria camera anni 50. Ad esempio, una stanza da letto con carta da parati giallina con cuoricini punteggiati rosa antica, può essere ammobiliata con un alto letto a baldacchino o con testiera lavorata, armadio e cassettiera in legno non trattato e una poltroncina anch’essa anni 50.

L’altra alternativa è quella di stupire è scegliere un arredamento ultra moderno. Immaginate, ad esempio, una carta da parati chiara che riporta rombi verde oliva uniti tra loro con all’interno pallide foglioline o tee sbocciate, a rivestire le pareti di un ampio soggiorno. Che mobili mettereste in questa stanza?

Provate ad immaginare l’effetto che può fare una parete attrezzata laccata di bianco e di nero, un ampio divano in tessuto sintetico fucsia o di un altro colore acceso ed un elegante tavolino con il piano di cristallo e i piedi ancorati con strutture metalliche.

Probabilmente l’impatto iniziale può risultare parecchio strano. Questo è dovuto al fatto che si tratta di qualcosa che i nostri occhi non sono stati abituati a vedere prima. Ma una volta che lo stupore dovuto al nuovo viene meno, ci si accorge che l’accostamento è sì bizzarro, ma è anche piacevole.

In conclusione, la carta da parati anni 50 è un’ottima scelta per rendere unica una stanza o l’intera casa.

Vedi anche

come stendere la colla sulla carta da parati

Come mettere la carta da parati: la guida infallibile per applicarla senza errori

Quando si arreda per la prima volta casa o si ristruttura per dare un tocco di ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *