martedì , 12 dicembre 2017
Home / Carte da parati / Come mettere la carta da parati: la guida infallibile per applicarla senza errori

Come mettere la carta da parati: la guida infallibile per applicarla senza errori

Quando si arreda per la prima volta casa o si ristruttura per dare un tocco di novità ai tuoi ambienti, molto spesso la scelta ricade sulla carta da parati. Il motivo è semplice, a mio avviso la carta da parati è davvero un’ottima soluzione per dare stile e personalità alle pareti di casa, perché permette di scegliere tra tantissime fantasie, pattern e colori. Dalle carte da parati più classiche, quelle monocolore, alle carte da parati 3D o con effetto damascato, ognuno di noi può sicuramente trovare la carta da parati dei suoi sogni: in vendita ne ho trovate davvero di molto originali, per non dire bizzarre…

Un’idea in più che ti suggerisco se stai pensando di mettere la carta da parati in casa è quella di non rivestire tutte le pareti. Per esempio puoi decidere di applicare la carta solo ad una parete, oppure puoi utilizzarla lungo tutto il perimetro del battiscopa o del soffitto, o ancora – idea secondo me vincente – per mettere in risalto alcuni elementi di una stanza, come un arco, una colonna, una nicchia. Insomma puoi davvero lasciare libero sfogo alla fantasia, per ottenere un effetto di grande impatto visivo.

Premessa doverosa… ma adesso andiamo subito al sodo: come si mette la carta da parati? È un’operazione impossibile  da fare da soli? Rispondo subito a quest’ultima domanda: ci vuole sicuramente grande manualità e precisione, quindi armati di tanta pazienza. Applicare la carta da parati non è un’operazione sbrigativa e veloce, soprattutto se devi rivestire una superficie ampia. Iniziamo!

Prepariamo l’occorrente: gli strumenti

Per mettere la carta da parati ti serviranno:

  • Carta da parati
  • colla
  • spatola
  • pennello per carta da parati
  • pennello per colla
  • tavolo per stendere la cola
  • taglierino
  • filo a piombo
  • forbici
  • spazzola da tapezziere
  • secchio con acqua
  • una scala

Prima della posa: la preparazione del muro

La prima cosa da fare è preparare la o le pareti su cui andrà applicata la carta da parati.

  • La parete deve essere liscia: se ci sono buchi, fessure e crepe il muro va stuccato.
  • La parete deve essere pulita: se la parete è semplicemente intonacata o verniciata con prodotti acrilici, basta passare una spazzola per rimuovere la polvere.
  • Se la parete è trattata con idropittura bisogna sgrassarla con una pulitura molto energica.
  • Se il muro presenta delle imperfezioni applica un fissativo con il rullo.
  • Elimina ogni traccia di umidità dalle pareti che può rendere difficoltosa la posa.
  • Se la parete è trattata con smalti o ha una finitura lucida bisogna passare della carta abrasiva.
  • Passa infine la carta vetrata sulla parete, questo agevolerà la presa della colla.
  • Ricordati di staccare le placche di interruttori e prese di corrente.

Adesso le tue pareti sono pronte per l’applicazione della carta da parati. Bada bene che ogni carta da parati è diversa dall’altra.

Quale carta da parati devi applicare?

  • Se hai scelto una carta da parati in cellulosa (le classiche carte da parati in carta), sappi che sono le più difficili da fissare perché non sono resistenti all’umidità.
  • Se hai scelto una carta da parati vinilica è una delle più resistenti. Esiste in supporto di cellulosa o in supporto tessuto non tessuto. Queste ultime sono impermeabili e resistenti all’umidità e quindi più facili da posare.
  • E poi ci sono le carte da parati in tessuto non tessuto, che possono ad esempio presentare una texture vellutata o cerata, anche per queste la posa è più semplice rispetto alle carte in cellulosa.

Come tagliare la carta da parati

La carta da parati è venduta in rotoli per cui è bene calcolare quanti rotoli ti servono per completare tutto il lavoro. Quindi devi misurare l’area totale della superficie che devi rivestire. Cosa molto importante è sottrarre l’ingombro di porte, balconi e finestre. Una volta calcolata l’area devi dividerla per la larghezza del rotolo, otterrai così il numero di fogli che ti occorrono. Quando calcoli l’altezza di una parete, considera sempre circa 10 cm in più  (5 cm per il bordoo superiore e 5 cm per il bordo inferiore). Molto spesso le carte da parati con motivi disegnati vengono invece già venduti in fogli, teli singoli pre/tagliati e numerati per l’applicazione.
Per tagliare la carta da parati puoi usare le forbici o un cutter. Se decidi di tagliare tutti i fogli che ti servono prima di iniziare il lavoro ti consiglio di numerarli (se la carta da parati presenta dei disegni,se è monocolore non occorre).

Quale colla utilizzare?

A ogni carta la sua colla, attenzione a non sbagliare per non compromettere il lavoro, se la carta è particolarmente spessa ci sarà bisogno di una colla più forte. Ma procediamo sempre in maniera schematica:

  • Per la carta da parati in cellulosa o vinilica bisogna utilizzare la colla universale in polvere a base di cellulosa e amido. Questo tipo di colla va miscelata con acqua, facendo attenzione a evitare la formazione di grumi. Poi va lasciata riposare 10 minuti prima di poterla utilizzare.
    Avendone la possibilità alcuni applicatori consigliano di preparare la colla il giorno prima dell’applicazione, infatti la colla lasciata riposare si applica con più facilità sulla carta.
  • Per la carta da parati in tessuto non tessuto  bisogna utilizzare una colla vinilica in pasta che si acquista già pronta (con queste colle forse si spende qualche cosa in più ma sono veramente buone e anche pratiche da usare).

In ogni caso è sempre bene seguire i consigli del negozio dove acquisti o le istruzioni che trovi sulla confezione della carta da parati.
Abbiamo parlato di tipi di carta da parati e di tipi di colla, adesso è finalmente arrivato il grande momento:  l’applicazione della carta da parati.

Come applicare la carta da parati: la posa spiegata passo passo

Se posso darti un consiglio inizia la posa dalla parete in cui si trova la porta. Se vuoi un lavoro perfettamente allineato non fidarti di porte e pareti: non sempre sono perfettamente dritti. Aiutati con un filo a piombo e traccia a matita  una linea verticale su cui incollare il primo foglio.

Su un tavolo delle giuste dimensioni posiziona il tuo foglio di carta da parati con la parte stampata rivolta verso il basso, applica la colla con un pennello largo e lascia che la colla faccia presa sul foglio per qualche minuto.

come stendere la colla sulla carta da parati

Prendendo le estremità del foglio, piegalo portando i lembi verso il centro e metti a riposo la carta, questa procedura è importantissima perchè permetterà alla carta di macerare in maniera ottimale ed in più avere un foglio ripiegato su se stesso e quindi di dimensioni molto contenute vi aiuterà tantissimo nell’incollare il parato.

come ripiegare la carta da parati

Partendo poi dall’alto, appoggia il foglio sul muro (lasciando in alto un-eccedenza di 5 cm) e scendi lentamente facendo incollare il foglio alle pareti (come già detto prima con il foglio piegato in questo modo sarà un gioco da ragazzi srotolarlo senza troppi problemi). Utilizza una spatola rigida o una spazzola da tappezziere per eliminare eventuali bolle d’aria, procedendo sempre dall’alto verso il basso e dal centro verso i lati.

come applicare la carta da parati

Bisogna poi tagliare le eccedenze lungo i bordi superiori e inferiori e lungo i bordi di porte e finestre (attenzione in questo caso agli angoli dove dovrai effettuare un taglio con angolazione di 45°) .

eccedenze carta da parati

Per tagliare le eccedenze puoi sempre aiutarti con la spazzola da tapezziere oppure una spatola rigida (sia in plastica che in ferro), appoggiandola sul bordo da tagliare e passando poi il cutter.

come tagliare le eccedenze della carta da parati

In corrispondenza delle prese e degli interruttori, da cui avrai precedentemente rimosso le placche, taglia la carta da parati a croce in corrispondenza della parte centrale del foro, ripiegala al suo interno e bloccala reinserendo la placca.

Bene, hai applicato il tuo primo foglio, a questo punto puoi proseguire allo stesso modo, foglio per foglio, facendo attenzione che i disegni combacino. Quando devi applicare l’ultimo foglio prendi le misure tra il bordo dell’ultimo foglio applicato e l’angolo. Ti consiglio di prendere le misure in più punti, perché la parete potrebbe non essere regolare. Riporta la misura sul foglio che devi applicare, calcolando 5 cm di eccedenza. Una volta incollato rifila con un taglierino la parte eccedente.

Passa sui punti di giunzione, tra un foglio e l’altro, un rullo in gomma per una maggiore adesione e anche una spugna inumidita per eliminare tracce di colla.

La posa per la carta da parati nei punti più difficili

Gli angoli interni

Quando rivesti due pareti che si congiungono creando un angolo interno, posa sempre l’ultimo foglio di entrambe le pareti calcolando 5 cm di eccedenza. Su una delle due pareti taglierai l’eccedenza con un taglierino, sull’altra invece farai in modo che la parte di carta in eccesso venga piegata lungo l’angolo sormontando il foglio della parete adiacente.

posa carta da parati angolo interno

Gli angoli esterni

Il meccanismo è molto simile, calcola sempre qualche cm in più di carta per l’ultimo foglio che posi, da una parte rifila la carta lungo l’angolo esterno, aiutandoti sempre con la spazzola da tapezziere, dall’altro lato piega la parte di carta in eccesso in modo che aderisca alla parete adiacente, ricoprendo il foglio che vi è attaccato.

 

carta da parati angoli esterni

rifilare la carta da parati

posa carta da parati angolo esterno

 

Gli angoli orizzontali

Nel caso in cui tu abbia il vano della serranda, devi ricoprire anche questo, prestando attenzione alla posa lungo gli angoli orizzontali. Fai in modo che la carta aderisca seguendo l’angolo sporgente. Poi all’angolo successivo (per intenderci quello che si trova sotto la base del vano), fai aderire la carta con una spatola e taglia eventuali eccedenze (ricorda sempre di calcolarle quando prendi le misure) con cutter o forbici.

Dietro i termosifoni

Per applicare la carta dietro i termosifoni lascia scivolare il foglio dietro il radiatore ed esternamente, lungo i tubi, taglia il foglio longitudinalmente.

applicazione carta da parati dietro termosifoni

E se si formano delle bolle dopo la posa della carta?

Calma! È del tutto normale che possano formarsi delle bolle d’aria, 2 o 3 giorni dopo l’applicazione della carta, ma si sgonfieranno da sole, quindi non scoraggiarti, avrai fatto sicuramente un ottimo lavoro! Se non dovessero sgonfiarsi pratica un foro con uno spillo e inietta con una siringa della colla, passa la spatola per far aderire la colla alla parete e asciuga tutto con una spugna umida per fare uscire l’aria che si era creata.
Adesso il lavoro di applicazione della carta da parati è davvero finito.

Ricapitolando abbiamo visto:

  • quali tipi di carta da parati esistono e qual è la loro difficoltà di applicazione
  • come applicare la carta da parati
  • quale tipo di colla scegliere
  • come calcolare le misure necessarie e come tagliare la carta
  • e infine come mettere la carta lungo i punti più difficili.

E tu hai qualche accorgimento o trucchetto per velocizzare e rendere ancora più precisa l’applicazione della carta da parati? Scrivilo nei commenti, sono molto curioso!

Vedi anche

cappotto interno

Cappotto interno: il giusto isolamento termico per la casa

  Il cappotto interno serve a garantire il corretto isolamento termico e acustico, ed è ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *