martedì , 22 maggio 2018
Home / Design / Come abbinare i lampadari ai colori della casa

Come abbinare i lampadari ai colori della casa

L’arredamento della casa non è un aspetto da trascurare, soprattutto per quanto riguarda la scelta degli accessori di uso comune. Fra questi, i lampadari sono probabilmente i più importanti. L’illuminazione delle stanze infatti svolge un ruolo fondamentale sia per quanto riguarda il nostro benessere che per valorizzare al meglio l’arredamento e l’aspetto stesso della nostra casa. Ecco perché la scelta dei lampadari è un aspetto che non andrebbe mai trascurato e a cui conviene riservare cura e attenzione. Un bel lampadario ravviverà gli ambienti e regalerà nuova vita ai nostri ambienti domestici, definendoli con maestra.

Ma come abbinare i lampadari ai colori che abbiamo scelto per la nostra casa? Affidiamoci ai consigli degli esperti di www.lampadarilucedesign.it.

In primo luogo occorre valutare quale tipologia di lampadario è più adatta alle varie stanze e al loro aspetto. In genere il lampadario tradizionale che si installa al centro del soffitto proietta una luce diffusa e uniforme, ed è quindi l’ideale per rischiarare stanze già molto luminose e dai colori chiari.

lampadario tradizionale

Un’altra soluzione possono essere i lampadari a faretti, che per la loro natura si sposano particolarmente bene a stanze e arredi dalla colorazione “fredda”, preferibilmente con accenti di metallo; i diversi punti luce, riflettendo sulle superfici lucide, creano un effetto per cui la stanza appare più grande, spaziosa e accogliente. Un’illuminazione del genere ad esempio sarebbe perfetta per la cucina, il bagno oppure per uno studio.

faretti

Se l’arredamento della nostra casa è importante e austero anche il lampadario non dovrà essere da meno; i lampadari a goccia si possono abbinare facilmente a qualunque arredamento, ma in genere sono indicati per stanze dai colori caldi; la loro luce si abbinerà anche con il mobilio più scuro, evidenziandone forme e colori e conferendo un’aura accogliente e intima, che eviterà l’effetto “mausoleo”.

Per stanze molto colorate e vivaci, come le camere dei bambini, oppure un soggiorno o un salotto etnico, possiamo invece creare degli abili giochi di luce e di contrapposizione con dei lampadari decorati oppure di design. Al contrario dei lampadari trasparenti, queste tipologie di lampadario consentono infatti di variare sia il “colore” della luce (più calda per lampadari rossi, arancioni o con grandi zone rosse, più fredda se scegliamo lampadari che tendono alla sfera del blu e del verde) e di conseguenza il suo contrasto con i colori della casa.

lampadario design

Occorre un po’ di esperienza e pratica per valutare quale sia la soluzione migliore; i contrasti elevati sicuramente sono perfetti se vogliamo ottenere un’illuminazione molto “scenografica” e teatrale. Viceversa, gli abbinamenti più omogenei (ad esempio lampadario a luce calda in una stanza dai colori etnici) si sposano meglio e conferiscono un aspetto pacato e rilassante agli ambienti della nostra casa.

In ultima analisi, il criterio più importante da seguire è sempre quello della nostra visione e degli effetti che vogliamo ottenere. I lampadari ci offrono innumerevoli possibilità di abbinamento; basterà consultare qualche catalogo di arredamento o, meglio ancora, partecipare a fiere ed eventi tematici (come il Salone del Mobile) per poter scegliere fra centinaia di modelli, semplici oppure di design, elaborati e fantasiosi oppure sobri, che potremo confrontare con i colori e le atmosfere di casa nostra.

Vedi anche

vassoio con tecnica del decoupage su legno

Decoupage su legno: come fare e cosa serve

Il decoupage è un’arte nata in Francia che ha origini molto antiche. Il nome deriva ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *