domenica , 22 ottobre 2017
Home / Design / Cemento stampato: perché sceglierlo

Cemento stampato: perché sceglierlo

Come unire la praticità e la resistenza del pavimento in cemento con la bellezza e la particolarità dei pavimenti in pietra o ceramica? Semplice, con il cemento stampato!
Di cosa si tratta?

Il cemento stampato altro non è che uno strato di cemento su cui, prima dell’asciugatura, viene stampato un disegno, che può essere una semplice forma geometrica, un pattern, o addirittura può simulare l’effetto pietra, legno o mattone. Molto diffuso su pavimentazioni interne ed esterne, ma anche in verticale, per creare un motivo decorativo sulle pareti.

La base, come detto, è cemento o calcestruzzo lavorato con altre sostanze impermeabilizzanti, coloranti etc. Infatti, oltre ad essere decorato con appositi stampi, si può decidere di conferire al pavimento una precisa colorazione.

Gli stampi per il cemento stampato

Sul calcestruzzo ancora fresco vengono applicati degli stampi per imprimere il disegno desiderato. Questi stampi sono solitamente realizzati in gomma poliuretanica e possono essere di varie forme e grandezze a seconda del risultato desiderato. Ecco qualche esempio di stampo per pavimenti:

Come viene realizzato?

Una volta scelto il tipo di effetto che si vuole ottenere (disegno e colore) si può procedere con il lavoro di realizzazione.

La posa del pavimento in cemento stampato avviene in diverse fasi.

Il lavoro inizia con una colata di cemento di circa 4 centimetri (al quale è possibile aggiungere il pigmento colorato), successivamente si procede stendendo il prodotto distaccante (che serve per poter poi staccare facilmente gli stampi) e infine si procede con la fase di decorazione vera e propria tramite stampi.

Dopo 24 ore di asciugatura la superficie va lavata per eliminare ogni possibile traccia di prodotto distaccante e se si vuole si può procedere con la lucidatura.

Il pavimento in cemento stampato può essere steso anche su pavimenti esistenti, in questo caso con uno spessore di circa 7/10 millimetri.

Ogni due anni è possibile stendere del prodotto sigillante ed eventualmente anche un prodotto antiscivolo.

Cemento stampato: pro e contro

Il primo vantaggio di cui ti voglio parlare è la personalizzazione. Lo stampo che si andrà ad applicare per creare le decorazioni può essere realizzato su misura, andando così ad ottenere un risultato assolutamente unico, che rispecchia in pieno il proprio gusto e le proprie esigenze.

Lasciando da parte gli aspetti legati al design e alla resa estetica, i vantaggi di natura tecnica sono tantissimi. Il pavimento in cemento stampato si contraddistingue infatti per robustezza e solidità.

È innanzitutto in grado di sopportare grossi carichi, non ha bisogno di manutenzione ed è resistente a raggi solari, a basse temperature, muffa e agenti chimici. Tutti questi fattori lo rendono particolarmente adatto per realizzare pavimentazioni esterne.

Rispetto alle pavimentazioni in pietra, il pavimento in cemento stampato non rischia avvallamenti o assestamenti e non teme gli sbalzi termici. Inoltre essendo un blocco monolitico non è soggetto alla crescita di erbacce, cosa che rende questo pavimento molto adatto per marciapiedi, spiazzali esterni, vialetti.

Che dire poi dei tempi di realizzazione? Si tratta di un pavimento dalla posa velocissima, infatti non necessita di massetto strutturale né di cordonata di contenimento.

Volendo riassumere siamo di fronte a un pavimento che coniuga una grande resa estetica a ottime performance tecniche e strutturali.

Veniamo ai difetti, anche se è difficile trovarne. Lo svantaggio del cemento stampato non sta tanto nel materiale in sé, quanto nell’opera di realizzazione. Infatti se il lavoro non viene svolto da una ditta specializzata si rischia di avere continui problemi di manutenzione. Si tratta infatti di una pavimentazione molto difficile da riparare e con tempi lunghi. Ma niente paura, se il lavoro viene svolto in maniera corretta non ci sarà bisogno di alcun intervento riparatore.

I Prezzi

Anche i costi sono assolutamente contenuti,  variano infatti da un minimo di 50 euro/mq a 100 euro/mq. Senza contare poi il fatto che essendo un tipo di materiale che non richiede una particolare manutenzione nel tempo, i costi sostenuti per la sua realizzazione vengono abbondantemente ammortizzati.

Immagine: By Cemento stampato (Own work) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

Vedi anche

colori piastrelle bagno

Di che colore scegliere le piastrelle del bagno?

La scelta del colore delle piastrelle del bagno può seguire stile diversi e tendenze differenti. ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *