venerdì , 21 luglio 2017
Home / Design / Decorazioni / Spugnatura pareti: tutti i segreti della tecnica

Spugnatura pareti: tutti i segreti della tecnica

Tecnica della spugnatura per pareti

La spugnatura è una tecnica che permette di decorare le pareti in modo semplice ma al tempo stesso d’effetto, creando una serie di ombreggiature con una spugna. Si tratta di una decorazione particolarmente adatta per le camerette, dove ci si può sbizzarrire con colori pastello o con tinte accese.
La spugnatura può essere di vari tipi. La più delicata è quella tono su tono, che si percepisce solo in controluce; si può anche applicare una spugnatura lucida su una parete opaca, creando dei giochi di finiture. La tecnica di spugnatura più diffusa, tuttavia, è quella realizzata a contrasto su una parete bianca oppure colorata. Infine si può scegliere di utilizzare un solo colore per la spugnatura, realizzando un unico passaggio, oppure di accostare fino a tre tinte diverse per ottenere un risultato più sfumato e particolare.

Spugnatura fai da te: come attrezzarsi

Realizzare la spugnatura da soli non è difficile ed è anche poco costoso. L’importante è armarsi di pazienza: è indispensabile procedere con calma e precisione, in modo da ottenere una spugnatura uniforme ed evitare fastidiose chiazze di colore.

La spugnatura si realizza con l’idropittura, che deve essere diluita in acqua ed è facilmente reperibile. Lo strumento ideale sarebbe la spugna naturale, ma in alternativa si può usare anche un vecchio straccio; l’effetto sarà un po’ diverso, perciò è sempre bene fare una prova su cartone prima di iniziare a colorare la parete.
Serviranno anche due secchi pieni d’acqua (uno in cui immergere la spugna pulita, l’altro per sciacquarla quando è sporca di pittura), dei guanti e dei teli per proteggere i mobili e il pavimento.
Infine si consiglia di procurarsi un pannello di compensato da usare come se fosse una tavolozza da pittore in cui intingere la spugna e scaricare la pittura in eccesso.
Il primo passo da fare è tinteggiare la parete con quello che diventerà il colore di fondo. Dopo aver diluito l’idropittura in base alle istruzioni indicate sulla confezione, si procederà a creare delle piccole macchie di colore con la spugna avendo cura di distribuirle in modo uniforme. Il metodo più semplice è procedere per settori, allontanandosi di tanto in tanto per osservare la parete da lontano e assicurarsi che tutto stia procedendo per il meglio.
Se si intende utilizzare più di un colore, dopo la prima passata si dovrà sciacquare la spugna e ricominciare con la seconda tonalità.

Spugnatura legno, si può?

La spugnatura è una tecnica versatile, adatta non solo per le pareti ma anche per dare carattere a mobili, mensole, cornici e tutto ciò che la fantasia ci suggerisce. L’unica accortezza è quella di usare colori acrilici e di tenere presente che il legno assorbirà la pittura in modo un po’ diverso rispetto a una parete. Inoltre la spugna non deve mai essere troppo carica.

Vedi anche

perlinatura pareti

Come rivestire una parete con la perlinatura

La perlinatura delle pareti è un’ottima soluzione da un punto di vista sia pratico sia ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *