lunedì , 20 novembre 2017
Home / Design / Parete attrezzata in cartongesso

Parete attrezzata in cartongesso

pareti attrezzate in cartongesso
L’installazione di una parete attrezzata in cartongesso è una scelta alla quale ricorrono sempre più utenti fra coloro che vanno arredando la propria casa. Alternativa eccellente nel caso in cui il budget non consenta di acquistare un arredamento su misura in legno o in altri materiali più costosi, il cartongesso offre il giusto compromesso economico e pratico, semplice da adattare al resto della casa – o dell’ufficio – in termini di spazi disponibili e colori già presenti.
Si tratta poi di un materiale estremante resistente all’usura del tempo e ad altri fattori che potrebbero accidentalmente colpirlo, e può essere lavorato e quindi personalizzato al massimo, a seconda delle esigenze e del gusto estetico di chi usufruisce degli spazi.
La lista dei punti a favore di questo materiale è, in definitiva, davvero notevole, e questi lo rendono ideale per avere un arredo su misura e multifunzionale: una parete attrezzata così costruita può essere riverniciata con facilità, modificata strutturalmente in ogni momento, e la sua installazione avviene pressoché a secco, senza quindi sporcare eccessivamente, ovviamente già queste premesse rendono questo tipo “arredo” veramente unico nel suo genere e con costi veramente contenuti, già queste due semplici cose ci fanno capire il motivo per il quale si ricorre sempre più spesso a questa applicazione.

Il cartongesso è perfetto quindi per la costruzione di mobili e mensole, e per la sua facilità può essere gestito anche con mezzi fai-da-te: la realizzazione è così semplice ed economica, ma capace di regalare arredi dal design davvero interessante.

In questo articolo tratteremo alcune delle soluzioni maggiormente utilizzate quando si parla di sistemi costruttivi a secco e più nello specifico del cartongesso.

Libreria in cartongesso

Uno degli arredi più diffusi, funzionali ed esteticamente gradevoli nei salotti – ma anche nelle camera da letto e negli uffici – è la libreria.
La costruzione di una libreria in cartongesso è quindi estremamente semplice ed economica, e risolve tutta una serie di criticità legate allo spazio, essendo – come detto – un materiale facilmente modificabile e adattabile.
Può essere quindi un’idea perfetta per il salotto, dove può essere realizzata a tutta altezza e magari resa al fine di incorniciare lo spazio riservato alla collocazione della tv, o magari per recuperare una parete divisoria altrimenti inutilizzabile. Si può così ottenere uno spazio ordinato e, essendo solitamente una stanza deputata ai momenti di relax, può essere lo spazio perfetto per dare sfogo alla creatività, tenendo sempre in considerazione che viene realizzata su misura e quindi modificabile anche durante la fase di installazione, quindi a differenza di un mobile che già viene acquistato con misure specifiche, la libreria in cartongesso si presta alla modellazione in loco in base alle esigenze del momento. Ma facciamo un esempio, nel corso degli anni ci è capitato di vedere realizzare in corso d’opera un camino all’interno di uno spazio ricavato internamente alla libreria stessa, abbiamo deciso di menzionare questo tipo di soluzione perchè si tratta di un’applicazione difficilmente realizzabile con altri materiali ma che regala un risultato veramente interessante per quanto concerne il design, che necessità però – naturalmente – di una serie di accorgimenti fondamentali legati alla sicurezza, come la disposizione della canna fumaria o la messa in sicurezza – in termini di isolamento – delle pareti vicine, tutte cose difficilmente ottenibili con altri tipi di materiali ma che al contrario con il cartongesso diventano estremamente semplici da realizzare, infatti bisognerà solo utilizzare dei pannelli specifici alla singola esigenza (reperibili in commercio con una facilità estrema).
Un’altra soluzione interessantissima è invece quella offerta dalle librerie bifacciali, le quali possono ospitare libri su entrambi i lati, che possono essere una soluzione particolarmente curiosa se sfruttate come cornice per eventuali porte scorrevoli, fungendo così – al contempo – da parete divisoria.
Questi due semplicissimi esempi sono solo ed esclusivamente dei suggerimenti, ma altri mille ne potremmo fare, perchè ci teniamo a ribadire che il cartongesso non ha limiti nel vero senso della parola, ovviamente se ci rivolgiamo a degli esperti applicatori queste soluzioni possono essere sempre più particolari ed originali in quanto ci sarà data la possibilità di dare sfogo a tutta la nostra fantasia cercando di ottenere anche delle forme molto particolari avendo la possibilità anche di utilizzare forme affusolate e tondeggianti in quanto il cartongesso si presta anche ad essere curvato con estrema semplicità, inutile dire che maggiore è la padronanza del sistema costruttivo e maggiori saranno le possibilità realizzative.
Quando si parla di tali soluzioni spesso il problema che ci viene sollevato è quello relativo alla possibilità di poter poggiare oggetti (anche molto pesanti) su tali strutture senza compromettere il risultato visivo e funzionale, più nello specifico ci viene chiesto, se la resistenza superficiale può essere paragonata a quella del legno e se sarà possibile effettuare manutenzione alla pari del legno (infatti il problema principale delle donne è quello di mantenere pulita tale struttura) quindi ci chiedono, ma posso lavare e spolverare su questi supporti? la paura e sempre quella di rovinare lo strato di tinteggiatura applicato. La risposta è molto semplice…..non c’è nessun tipo di problema possiamo “stressare” come vogliamo lo strato di finitura in quanto sapendo che si tratta di superfici dove andranno posati degli oggetti si utilizzeranno della finiture paragonabili a quelle dei mobili stessi con relativi strati protettivi se si vuole una resistenza massima.

Mensole in cartongesso

Altri elementi d’arredo di fondamentale importanza sono le mensole, usate solitamente per recuperare lo spazio necessario alla disposizione di piccoli oggetti, libri, elettrodomestici di ridotte dimensioni e di tutto ciò che ha bisogno di una posizione temporanea o di essere individuato e usato con rapidità e facilità.
Perfette per l’ufficio, per la casa o per un negozio, le mensole in cartongesso possono essere verniciate e realizzate secondo forme, dimensioni e colori adattabili a ogni contesto, più o meno grandi e quindi capaci – nel caso – di ospitare anche oggetti di dimensioni di notevoli dimensioni.
Sono quindi perfette per il posizionamento di una tv, delle consolle o di libri, e la possibilità di sovrapporle e accostarle permette di disegnare trame accattivanti sulle pareti, senza il timore di una fatica eccessiva nel caso in cui si dovesse poi scegliere una formulazione differente.
Sfruttando il cartongesso per realizzare delle mensole si riescono ad ottenere dei risultati veramente sbalorditivi, basti pensare che si realizzano con estrema facilità anche strutture di 6/7 metri di lunghezza senza alcun tipo di problema (ma questo è solo un esempio in quanto non ci sono limiti), ma quando si parla di mensole moto lunghe il problema sollevato è quello relativo al fatto che strutture così lunghe potrebbero risultare non molto lineari in quanto si tratta di segmenti molto lunghi che dovranno essere accoppiati, anche in questo caso non ci dobbiamo spaventare in quanto il lavoro di rifinitura che andremo a fare con lo stucco è in grado di ripristinare eventuali imperfezioni, ma ci piace aggiungere un altro “grandissimo” particolare se si parla di mensole in cartongesso, infatti e sempre più facile reperire in commercio delle mensole già realizzate che dovranno essere solo fissate a muro, il vantaggio di questo prodotti già finiti è veramente eccezionale, in quanto oltre ad essere di una precisione estrema spesso e volentieri vengono realizzare anche con dei rinforzi in ferro posti all’interno dell aprti più soggette ad usura quali ad esempio gli spigoli, inoltre essendo già perfette non hanno neanche bisogno di un grosso lavoro di stuccatura ed altro grnade vantaggio è quello che i produttori di tali mensole accettano ordinazioni su misura in quanto realizzano tali struttura in maniera artigianale con l’ausilio di macchine fresatrici professionali.
Su questo ultimo argomento si apre un mondo infinito, in quanto vengono realizzati con tali sistemi molteplici elementi d’arredo, quali luci diffuse, porta neon, soffitti, finti lampadari insomma qualsiasi cosa ci passi per la testa, ma con il vantaggio di essere costruiti senza troppe difficoltà legate alla struttura portante del cartongesso e con una precisione e riproducibilità impressionante, ma contiamo di approfondire questo argomento in un secondo momento.

Mobili in cartongesso

Una volta fatta una parete attrezzata ed una serie di mensole non può che passarci per la testa di realizzare dei veri e propri mobili sfruttando il cartongesso….follia??? assolutamente no!!! Ma di questo non pensiamo di dover convincere nessuno, infatti con le cose dette in questo articolo va da se anche realizzare mobili è una cosa da tenere in assoluta considerazione.
In generale, una parete attrezzata in cartongesso può essere lavorata fino ad assumere una forma anche molto particolare, e il fatto di avere una lavorabilità estrema fa sì che – a lavoro finito – il mobile così realizzato diventi quasi parte integrante della parete, senza entrare in contrasto con nessuno degli elementi d’arredo già presenti. Il materiale offre poi la possibilità di essere integrato con inserti in vetrocemento o sistemi di illuminazione (si pensi a mensole dotate di piccoli fanali a led o librerie dotate di faretti), ma anche metallici o plastici, e questo regala design accattivanti e personalizzati al cento per cento.
L’estrema padronanza di lavoro nell’ambito delle dimensioni lo rende quindi ideale per la costruzione dei mobili riservati a spazi insoliti, come per esempio succede quando si arredano mansarde o sottoscala, che spesso costringono a sacrificare l’estetica per la necessità di acquistare un mobilio di dimensioni standard.

nicchia in cartongessoIn definitiva, una parete attrezzata in cartongesso rimane la soluzione ideale per l’arredo di spazi ridotti, nicchie o similari, ma l’elenco di elementi a favore di un materiale così facilmente personalizzabile lo rende un’alternativa interessante anche per chi non deve far fronte a problematiche di spazio o costi.
Come sempre ci piace unire il design alla praticità, ma senza illudere nessuno, infatti il messaggio che vi vogliamo lanciare è quello dell’idea, poi realizzare è tutt’altra cosa, ma se si comincia con forme lineari, semplici e con strutture di dimensioni ridotte tutto è realizzabile in quanto il sistema di costruzione a secco non richiede particolare strumentazione, se poi ne abbiamo la possibilità ci possiamo far supportare da esperti che sicuramente sapranno dar vita anche alle nostre idee più particolari, ricordando sempre che un diamante è per sempre una struttura in cartongesso…..assolutamente NO!!!

Vedi anche

cappotto interno

Cappotto interno: il giusto isolamento termico per la casa

  Il cappotto interno serve a garantire il corretto isolamento termico e acustico, ed è ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *