giovedì , 19 aprile 2018
Home / Design / Pareti color tortora per interni ed esterno: tutti gli abbinamenti
pareti color tortora

Pareti color tortora per interni ed esterno: tutti gli abbinamenti

Secondo gli interior designer sono finiti i tempi delle pareti bianche o crema. Si fa spazio, nelle case moderne, una nuova tonalità neutra, originale senza essere eccessiva: il color tortora.

Perfetto per dipingere le pareti interne ed esterne della casa, il tortora è un colore che si abbina facilmente e che si sposa bene con ogni ambiente: dal soggiorno alla cucina, dalla camera da letto al bagno.

Vediamo come si ottiene questo colore e quali sono gli abbinamenti consigliati.

Color tortora: Ral, RGB, Pantone

Per color tortora s’intende un grigio che ricorda molto il piumaggio dell’omonimo uccello. È un colore chiaro e luminoso, opaco e corposo, dalle infinite sfumature che possono virare dal marrone chiaro fino ad un vago lilla. Se si desidera il tortora puro, bisogna scegliere la pittura con il codice Ral 1019 tortora.

Se invece vogliamo optare per un grigio tortora, il codice Ral di riferimento è il 7047. Per tonalità più chiare dovremmo scegliere un RAL 7030 o un RAL 7044, per toni scuri invece RAL 1024 o un RAL 1036

L’RGB del color tortora è invece il 164, 143, 122.

Nel caso in cui avessimo bisogno del codice Pantone, il corrispondente del Ral 1019 è il Pantone 7047.

Ecco una mini selezione di vernici tortora acquistabili su Amazon:

Come si ottiene il color tortora

Se vuoi dipingere le pareti di casa in color tortora, ti consigliamo di fare riferimento ai codici Ral, se invece vuoi creare la tinta fai da te dovresti mischiare 3 colori:

  • bianco
  • marrone
  • un terzo colore a tua scelta, con una punta di giallo darai  più luce, aggiungendo del nero otterrai invece un tortora più tendente al grigio.

Pareti color tortora: una scelta raffinata e originale

La scelta del tortora per le pareti della propria casa, dona stile e personalità agli ambienti, soprattutto se abbinata sapientemente ad un arredo che ne esalti le qualità. Il tortora è indicato per case moderne, fresche, giovanili e alla moda. Meno banale dei soliti bianchi e crema, non eccessivo come alcune proposte di pareti in colori sgargianti, si contestualizza perfettamente in diversi contesti arredativi, senza perdere in originalità e particolarità.

È una tinta perfetta per ambienti particolarmente luminosi, dal momento che la luce ne esalta tutte le proprietà e i riflessi. Essendo un colore neutro si adatta molto bene sia con ambienti moderni, sia con ambienti classici. Molto interessante è ad esempio il contrasto tra pareti color tortora e mobili classici.

E per l’esterno di casa?

Il colore tortora ha preso piede anche per dipingere le facciate e le mura esterne delle case. Solitamente utilizzato per dare un tocco di modernità, si sposa molto bene con dettagli e rifiniture scure, come il testa di moro.

Quando scegliere il tortora?

Il tortora è una tonalità di colore opaca ma molto riflettente e luminosa. Sta bene, quindi, in ambienti piuttosto ampi e spaziosi. Nelle stanze piccole rischierebbe di incupirle. È, quindi, il colore perfetto per la zona living, per le cucine grandi o per la camera da letto, se in contrasto con un arredo chiaro e complementi in tinte pastello.

In camera da letto ad esempio si è soliti dipingere una sola parete color tortora, lasciando le altre di colore bianco o crema. Anche in cucina è una tinta molto valida, specie per ambienti grandi o open space e si adatta molto bene anche con cucine in legno. Anche in camera dei ragazzi può essere utilizzato al posto dei classici rosa, azzurro e verde.

pareti tortora camera da letto classica

Pareti color tortora in una camera da letto moderna

In soggiorno il dettaglio che non può mancare è l’accostamento del color tortora a oggetti color oro o rame.

Anche in bagno viene molto utilizzato, specie per le pavimentazioni in gres procellanato o in contrasto con il marmo.

Pareti color tortora: gli abbinamenti giusti

Il color tortora si sposa elegantemente con mobili chiari, in legno biondo e luminoso o bianco, ad esempio: l’acero, il frassino, il noce, la quercia giovane. Non è molto indicato accostato ai legni neri come il teak o l’ebano e neanche con quelli rossi, come il ciliegio intenso o il mogano. Un effetto di particolare raffinatezza lo si può ottenere col bianco: sì, quindi, ad arredi in stile shabby chic smorzati da una parete tortora o alla cucina total white in contrasto coi muri grigi.

Scopri la nostra selezione di mobili in stile shabby chic.

I complementi d’arredo perfetti

Per quanto riguarda i complementi d’arredo: divani, poltrone, tende, copriletti, cuscini ed accessori, in una stanza pitturata in tortora c’è di che sbizzarrirsi. Un accostamento particolarmente chic lo si ottiene osando le scale cromatiche del lilla e del viola, che richiamano i riflessi di coda del grigio tortora e li valorizzano. Bello anche l’impatto estetico che si ottiene abbinando complementi in colori decisi come il turchese, il verde salvia, l’ottanio e il rosso. È sconsigliato, invece, il ton sur ton con i grigi, a meno che non siano chiarissimi e perlescenti: si rischia di ottenere un effetto troppo piatto.

Il tortora può essere utilizzato non solo per le pareti, ma anche per complementi d’arredo, tessuti e tendaggi per la casa. Una tenda color tortora ad esempio oltre che un aspetto moderno, sarà perfetta per filtrare la luce. E che dire dei pavimenti in parquet o gres porcellanato tendenti alle tonalità tortora?

Vedi anche

doccia in muratura

Docce in muratura per interno e giardino: design e salvaspazio!

Le docce in muratura costituiscono una delle soluzioni più apprezzate e richieste al giorno d’oggi ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *