lunedì , 25 settembre 2017
Home / Le nostre pillole / Come pulire l’ottone con i rimedi della nonna

Come pulire l’ottone con i rimedi della nonna

come pulire l'ottone

Alzi la mano chi non ha in casa un oggetto in ottone. Ad alcuni potrà sembrare un materiale d’altri tempi, tipico dei salotti aristocratici, in realtà l’ottone è ancora oggi stra-usato in casa per la sua resistenza e robustezza. L’ottone è una lega di rame e zinco usata in vario modo negli ambienti domestici: si trova sotto forma di rubinetti, maniglie, paralumi, targhe e serramenti. Purtroppo, come per molti altri metalli presenti in casa, l’ottone tende col tempo ad annerirsi a causa del processo di ossidazione. Ma niente paura, con gli accorgimenti giusti sarà possibile tornare a far splendere questo materiale, eliminando ogni traccia di macchia scura.

Come pulire l’ottone annerito e ossidato con i prodotti giusti

Per pulire l’ottone ossidato possiamo scegliere di utilizzare prodotti specifici, come il Sidol, o prodotti naturali da preparare in casa.

Sidol Pulitore Metalli 75 mlIl Sidol è una crema che serve a eliminare sia lo sporco che l’ossido dalla superficie in metallo. È sufficiente strofinare gli oggetti con questo prodotto usando un panno morbido per avere una superficie lucida e perfettamente pulita. Vanno utilizzate poche gocce di Sidol e dopo aver passato il prodotto sulla superficie, va rimossa la patina creatasi. Quello che vi sconsiglio sono sostanze abrasive o che contengono acido muriatico: rischierete di graffiare e danneggiare l’ottone in maniera irreversibile.

 

 

Come pulire e lucidare l’ottone in modo naturale

Se si vuole evitare l’utilizzo di prodotti chimici, è possibile pulire e lucidare con prodotti naturali, in maniera altrettanto efficace. Tra i metodi naturali più utilizzati per pulire l’ottone si usa strofinare il metallo con  limone, sale o aceto. Ma ogni oggetto va maneggiato con attenzione a seconda della finitura della superficie.

Per pulire in modo naturale l’ottone si hanno a disposizione diversi metodi. Quello più semplice prevede l’uso di sale e succo di limone oppure il passaggio sulla superficie di uno spicchio di limone su cui è stato sparso del bicarbonato.

Nel caso in cui il metallo sia macchiato si consiglia un composto a base di succo di limone, mezzo bicchiere di aceto e 3 cucchiai di sale: si spalma questo impasto cremoso su una spugna e si strofina la superficie d’ottone. Quindi la si lava e la si asciuga con un panno morbido.

 

Bio-mex by Wimex

Se non sei pratico con il fai da te, ma non vuoi rinunciare a utilizzare metodi naturali, ho scoperto Bio-mex by Wimex un prodotto biologico con ingredienti naturali che può essere utilizzato anche sull’ottone. A base di argilla bianca ventilata, glicerina, succo di limone è consigliato per la pulizia di superfici in metallo come acciaio, alluminio, argento, rame, ma anche ceramiche, piastrelle, sanitari.

 

Come pulire le maniglie di ottone

Ci sono oggetti che tendono a ossidarsi molto più di frequente perché vengono continuamente maneggiati, è ovviamente il caso delle maniglie in ottone. Se facciamo una pulizia frequente e le macchie nere ci sembrano facili da rimuovere, potrebbe bastare immergerle in acqua calda e sapone di marsiglia per 10 minuti.

Se le macchie sono più ostinate allora si può optare per un composto di detergente per piatti diluito in acqua tiepida. Quindi si smontano le maniglie e le si lascia in ammollo per 3-4 ore, così da eliminare le macchie più difficile e resistenti. A questo punto si risciacquano gli oggetti e li si asciuga per poi passare alla fase di lucidatura: per questa si usa un composto di sale da cucina e succo di limone che va mescolato fino a creare un composto cremoso da strofinare con un panno sulla superficie in ottone.

Un piccolo trucco per pulire e proteggere l’oggetto dal trascorrere del tempo è l’olio di semi di lino in quanto crea una patina protettiva.

Come pulire l’ottone dorato o verniciato

Capita spesso che gli oggetti in ottone siano dorati o laccati, così da proteggere dall’ossidazione la superficie metallica. Per pulire l’ottone dorato si deve eliminare la polvere strofinandolo la superficie dell’oggetto con un panno umido: si tratta di un’operazione che va eseguita regolarmente. Invece per la lucidatura bisogna diluire in acqua tiepida o fredda del detersivo delicato per piatti e usare la miscela per inumidire un panno di cotone leggero. Quindi lo si passa sulla superficie metallica, strofinandola delicatamente.

Per riassumere…

Assolutamente da NON USARE sono invece i prodotti abrasivi come carta vetrata e spazzole con setole dure.
USA SEMPRE i guanti per non macchiarti le mani e via libera a spugne, panni e spazzole a setole morbide.

E voi quali metodi utilizzate per pulire e smacchiare l’ottone?

Vedi anche

colori ufficio

Stai acquistando un ufficio? Ecco i colori da utilizzare

L’ufficio, specialmente per alcune tipologie di lavori, rappresenta il luogo in cui si passano più ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *