venerdì , 22 settembre 2017
Home / Prodotti / Acido muriatico: come si usa in casa

Acido muriatico: come si usa in casa

Quante volte, durante le pulizie domestiche, ti sei trovato di fronte a uno sporco ostinato e difficile da eliminare? Per fortuna sapendo utilizzare i prodotti giusti si possono risparmiare tempo e fatica, riuscendo a riportare le nostre superfici pulite e splendenti. Uno dei prodotti che più ci aiuta in casa è l’acido muriatico. Scopriamo insieme cosa è, come e dove si usa.

Come utilizzare l’acido muriatico

L’acido muriatico, conosciuto anche come acido cloridrico o cloruro di idrogeno, è un prodotto chimico altamente corrosivo, ma questo non deve assolutamente spaventarci, infatti viene solitamente impiegato nelle faccende domestiche o per la pulizia di superfici difficili da trattare. Un’avvertenza è d’obbligo: data la sua pericolosità, soprattutto se entra a contatto con la pelle, va maneggiato con cura e deve essere utilizzato con estrema cautela, come per tutti gli acidi che si utilizzano in casa. Quando si maneggia l’acido muriatico è importante proteggere tutte le parti del corpo per evitare un contatto accidentale. Utilizzare quindi guanti, pantaloni e magliette a manica lunga, scarpe chiuse e proteggere gli occhi con degli occhiali.

L’acido muriatico è composto da acido cloridrico al 10% e si presenta normalmente di colore giallastro, per la presenza di ioni di ferro. Proprio per il suo potere corrosivo, l’acido muriatico non va mai utilizzato puro, ma va diluito in acqua: solitamente si usa 1 parte di acido muriatico diluita in 1o parti d’acqua. È importante versare lentamente l’acido muriatico per evitare schizzi. Altra regola da seguire è non mischiarlo mai ad altre sostanze acide come candeggina o ammoniaca. L’unione di queste due sostanze infatti provoca una reazione chimica in grado di causare forti irritazioni.

Per diluire l’acido in acqua basta utilizzare un comune secchio di plastica. Prima di passare l’acido su mattoni o cemento bisogna versarvi prima dell’acqua tiepida. Successivamente è possibile versare la miscela di acido muriatico, lasciando agire per circa 10 minuti. A questo punto con l’aiuto di una spazzola dura o di una vecchia scopa si possono iniziare a rimuovere i residui di sporco, che verranno via molto facilmente. Terminato il lavoro le superfici vanno sciacquate con abbondante acqua, per rimuovere ogni traccia di acido muriatico.

Gli usi dell’acido muriatico: a cosa serve

In genere l’acido muriatico è un valido alleato per la pulizia di superfici difficili, viene ad esempio impiegato comunemente per eliminare i residui di cemento e stucco, dopo la messa in posa di pavimenti o piastrelle. Per il suo potere disincrostante viene anche utilizzato molto spesso per la pulizia del bagno, in particolare per rimuovere sporco e calcare da lavelli, wc, vasche e piatto doccia.

Da evitare assolutamente l’uso di acido muriatico su pietre calcaree, come il marmo o il travertino, in quanto verrebbero immediatamente rovinate e corrose.

Vediamo più nel dettaglio alcuni degli usi più comuni dell’acido muriatico.

Acido muriatico per il water

Per tenere pulita la tazza del wc, l’acido muriatico è un valido alleato. Basta versarne una quantità abbondante nel fondo del water e attendere almeno 8-10 ore, evitando di usare il gabinetto e tirare lo sciacquone. Trascorso il tempo necessario, scrostare il fondo con uno spazzolone o con lo scopino e tirare lo sciacquone. Poi procedere con la normale pulizia. Il fondo del water risulterà bianco, ma soprattutto pulito da germi e dall’alone che spesso si crea.

Acido muriatico contro il calcare

Essendo un ottimo disincrostante, l’acido muriatico agisce anche sui residui di calcare. Per un risultato ottimale, bagnare la superficie da pulire e poi versare la seguente miscela: una parte di acido e 10 parti di acqua. Lasciare agire per 10 minuti, strofinare e risciacquare con abbondante acqua.

Acido muriatico per i pavimenti

L’acido muriatico è utilizzato anche per la pulizia dei pavimenti. Dopo la posa delle piastrelle è opportuno procedere con una pulizia profonda per rimuovere eventuali residui. Creare quindi una soluzione formata da 1 parte di acido in 10 parti d’acqua e versarla sulla pavimentazione precedentemente bagnata. Successivamente basterà risciacquare tutta la superficie ed eliminare i residui di acqua.

Acido muriatico  per la piscina

L’acido muriatico è molto utilizzato anche in piscina per mantenere l’acqua chimicamente equilibrata. Spesso, infatti, accade che il pH risulti troppo alto. Pertanto, per abbassarlo basterà versare dell’acido muriatico, precedentemente diluito in acqua, nella zona più profonda della piscina, rigorosamente mentre l’acqua sta circolando. Qual è la quantità di acido muriatico corretta da utilizzare? In linea generale la regola è versare 1 lt di acido ogni 25.000 lt di acqua, e versarlo in piscina con il filtro in funzione. Dopo sei ore se il pH è ancora alto, bisognerà ripetere la procedura, fino ad ottenere il pH desiderato.

Acido muriatico per le tubature

Un modo per disintasare gli scarichi in modo naturale consiste proprio nell’utilizzo dell’acido muriatico miscelato con dell’acqua bollente. Riporre sul fuoco una pentola con dell’acqua e portarla ad ebollizione. Quando inizierà a bollire, versare l’acqua nel lavandino intasato e subito dopo mezza bottiglia di acido. Per accelerare il processo di pulizia, servirsi di uno stura-lavandini. L’acqua inizierà a defluire sempre più velocemente, fino a formare un gorgo al livello dello scarico.

Acido muriatico: il prezzo

L’acido muriatico è venduto in flaconi di plastica da 1 lt o fusti da 5 / 10 lt. Il prezzo può variare dai 7 euro fino a circa 12 o 13 euro per litro. Ecco alcune delle offerte migliori:

Vedi anche

trapano a percussione

Miglior trapano avvitatore: prezzi, offerte e recensioni

È il re degli elettroutensili, l’attrezzo da lavoro più utilizzato tanto dai professionisti quanto dagli ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *