domenica , 19 novembre 2017
Home / Prodotti / Pavimento flottante: caratteristiche e posa

Pavimento flottante: caratteristiche e posa

Il pavimento flottante o pavimento galleggiante è un sistema di arredo economico, pratico, veloce e duraturo: perfetto per gli interni ma funzionale anche per gli ambienti esterni, può essere in legno o in pvc. La posa è difficile da eseguire con il fai da te, vi suggeriamo di rivolgervi a un tecnico specializzato: ma la spesa per l’installazione si ripaga facilmente visto che il pavimento galleggiante ha una garanzia di almeno dieci anni. Scopriamone insieme caratteristiche e proprietà.

Pavimento flottante per esterno e interni: caratteristiche

Il pavimento flottante, detto anche pavimento sopraelevato oppure galleggiante, è un pavimento realizzato con pannelli multistrati e un telaio in metallo che permette la sopraelevazione. Normalmente le dimensioni dei pannelli sono di 60 centimetri per 60 centimetri. Il pannello è formato da un piano di calpestio: è il rivestimento del pavimento, può essere in laminato, gomma, gres porcellanato, linoleum ma anche in granito o parquet. Nel pannello c’è poi un’anima interna formata da uno strato ligneo e uno da solfato di calcio di almeno 30 millimetri. Infine, sempre nel pannello, c’è un elemento bilanciante nella parte inferiore, di solito un foglio di alluminio, che funge da filtro di protezione per l’umidità. Il pavimento flottante è in legno o pvc.

Pavimento flottante: legno o pvc?

I modelli classici di pavimento flottante sono realizzati in legno o in pvc. Il legno è un materiale più pregiato ed elegante ma sicuramente più soggetto a rotture o crepe mentre il pvc è più economico, resistente anche se meno di design e impatto. Sia che sia in pvc, sia che sia in legno, il pavimento flottante ha caratteristiche uniche che lo rendono davvero una scelta funzionale: è capace di assicurarvi isolamento acustico tra una stanza e l’altra, è modulare quindi anche interscambiabile, per cui se un pannello si rompe può essere sostituito, arreda perfettamente gli interni come gli esterni. Il pavimento flottante a uso residenziale è il top della gamma, ma è pratico anche a uso commerciale visto che non necessità di collaudo a fine lavori. Ne troviamo applicazioni davvero ben riuscite a fini commerciali, per aziende, centri congressi, ristoranti ma anche abitazioni.

La posa del pavimento flottante

La posa di un pavimento flottante è davvero molto impegnativa: vi consigliamo di contattare un tecnico che creerà il substrato più giusto e poi procederà alla posa dei pannelli, in modo che la base – in legno o pvc – sia perfettamente livellata.

Pavimento flottante: i prezzi

I prezzi del pavimento flottante partono da un minimo di 20 euro a metro quadrato per un pavimento in eco-legno o finto legno ad un massimo di 350 euro al metro quadrato per un pavimento flottante in pvc o legno pregiato da dieci assi e con pannelli di dimensioni maxi di 1200×1200 millimetri.

Vedi anche

mirka deros

Mirka Deros: la levigatrice che si connette allo smartphone

Ho già parlato delle funzioni e delle caratteristiche che deve possedere una levigatrice professionale, in questo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *