mercoledì , 20 settembre 2017
Home / Soluzioni tecniche / Cementite per legno

Cementite per legno

Cementite per legno

Durante i lavori di falegnameria e bricolage, spesso ci capita di dover trattare una superficie di legno grezzo, al fine della verniciatura.
Il lavoro di falegnameria che consente di costruire e dare forma al nostro oggetto in legno, che sia un tavolino o uno scaffale, è solo la prima parte del lavoro. La seconda, non meno importante, è proprio il trattamento della superficie.La cementite è utile a questo scopo; si tratta infatti del fondo gessoso che serve a preparare il legno grezzo in vista della successiva verniciatura.
La si trova facilmente in commercio presso qualsiasi colorificio o ferramenta o meglio ancora stando seduti comodamente a casa ordinandola on-line, la cementite ha l’aspetto di una pittura bianca e opaca.

Cementite per legno ad acqua

Vernice cementite di fondo acqua bianco Baldini Vernici-500 ml

Può essere a base acquosa (solubile con l’acqua) oppure a base di oli (in questo caso il suo solvente è l’acqua ragia o diluente sintetico più in generale). La cementite a base acquosa è consigliabile, sia perché non rilascia vapori tossici, sia perché renderà più facile la pulitura dei pennelli a fine lavoro.
Per esperienza possiamo dire che la cementita all’acqua è molto usata del cliente privato, anche perchè ad oggi si trovano in commercio dei validissimi prodotti all’acqua ed anche perchè per lavori di bricolage o lavori che non sono esposti a forti intemperie, utilizzare un ciclo all’acqua (e di consegeunza anche il fondo) è sicuramente la scelta migliore, quindi il consiglio è quello di non “mischiare” i prodotti.

Cementite per legno a solvente

CEMENTITE CASABELLA LT. 0,500*BOERONon c’è da scandalizzarsi se entrando in un punto vendita e si chiede della cementite a solvente il commesso possa anche non conoscere tale prodotto in quanto nella maggior parte dei casi si usa a base acqua (come detto prima), ma potrebbe essere consigliabile se non necessario utilizzarla a base solvente.
Per alcuni lavori (ad esempio oggetti molto esposti alle intemperie) è consigliabile usare della cementite a solvente in quanto ha un grado di resistenza leggermente migliore a quello a base acqua ed inoltre non bisogna sottovalutare che spesso per lavori del genere si opta spesso per una finitura a base solvente e di conseguenza utilizzare un fondo all’acqua potrebbe dar luogo a fenomeni a dir poco spiacevoli che potrebbero compromettere tutto il nostro lavoro, il nostro consiglio e quello di abbinare sempre fondo e finitura della medesima natura.

Cementite per legno colorata

Cementite per legnoIn commercio questo prodotto viene venduto quasi solo ed esclusivamente di colore bianco e questo è anche comprensibile in quanto essendo utilizzata come fondo il bianco va più che bene, ma potrebbe nascere l’esigenza di colorarla, niente paura, può essere colorata (meglio se a tintometro) come qualsiasi altra vernice, ovviamente essendo un prodotto che di partenza è bianco (quindi non una base tintometrica) si potranno ottenere solo dei colori abbastanza tenui in quanto esagerare con il colorante porterebbe il prodotto stesso ad un punto di saturazione oltre il quale andremmo ad alterare le caratteristiche del prodotto, quindi occhio a non esagerare con il colorante!

Cementite per legno spray

Alcune aziende propongono tale prodotto anche in versione spray (nella classica bomboletta) magari presentando il prodotto con il nome di “fondo opaco per il legno”, nessuna controindicazione se non quella (a nostro modesto avviso), che tale prodotto sarebbe meglio applicarlo a pennello o rullo in quanto essendo di base molto denso per essere nebulizzato ha bisogno di essere un pò meno denso questo non comporta nulla se non il fatto di dover dare più mani per ottenere il risultato del pennello, ovviamente questo discorso va a decadere se si utilizzano delle spruzzatrici professionali che sono configurabili per spruzzare tali prodotti, anzi il risultato sarà il migliore in assoluto in quanto la stesura risulta essere molto omogenea e quindi di più facile carteggiatura.

Ma dopo queste piccole precisazioni torniamo a parlare della cementite più in generale.
È un materiale molto coprente e, applicata al legno, crea uno strato di rivestimento spesso e duro. È utilissima per riempire e pareggiare le piccole irregolarità della superficie del legno (si utilizza con le stesse finalità anche sulla muratura), rendendola liscia e pronta alla successiva stesura di vernice.
Può essere applicata sia a pennello, rullo o spruzzo (come già detto prima).

Dopo aver dato una prima mano piuttosto liquida, è necessario lasciare asciugare bene e, successivamente, carteggiare con un foglio di carta abrasiva mediamente ruvida, una grana 100 può fare al nostro caso. Affinché la superficie sia perfettamente levigata, è necessario ripetere l’operazione una seconda volta: passare un’altra mano di cementite e, dopo aver lasciato asciugare molto bene, carteggiare con un foglio di carta abrasiva più fine (una grana 220 andrà benissimo).
Ciò consentirà di ottenere una superficie molto liscia, sulla quale potrà essere applicata l’idropittura in modo perfettamente uniforme.
Compiute queste operazioni, la superficie potrà essere ulteriormente levigata con carta smeriglio in modo da consentire l’agevole e perfetta copertura con lo strato di pittura definitivo.
La cementite è consigliata anche per il trattamento dei pannelli di MDF, mentre sul compensato, passare una mano di cementite è una procedura d’obbligo al fine di creare una buona base d’aggancio alle vernici acriliche o allo smalto di finitura.

Ciò creerà infatti uno strato impermeabile che impedirà l’assorbimento della vernice in profondità, oltre a conferire al pannello un aspetto uniforme, perfettamente liscio e regolare, con una piacevole consistenza al tatto.

Conclusioni

Leggendo questo articolo sembra quasi che la cementite sia l’unico prodotto da utilizzare come fondo quando si parla di legno, in realtà non è così, bisogna sempre capire il tipo di lavoro che sia vuole effettuare e valutare il tipo di supporto sul quale andremo ad operare (legno vergine, legno già trattato, legno poco assorbente o molto assorbente) e così via, infatti per alcune applicazioni potrebbe essere utile utilizzare dei fondi simili ma non propriamente cementite.

Se avete delle domande in merito non esitate a contattarci.

 

Vedi anche

pavimento in pvc effetto legno

Pavimenti in PVC: ecco tutti i motivi per sceglierlo

Quando mi chiedono qual è il tipo di pavimento più facile da installare e mantenere, ...

71 commenti

  1. Dovrei verniciare delle antine interni e esterno di MDF n.6 bianche n.6 rosse Ferrari,sarei grato sapere quanto fondo e vernice mi occorre e il costo. Prodotti all ‘acqua e da dare a pennello,in attesa. Di una Vs. risposta in merito Vi saluto distintamente e buon lavoro Antonio.

  2. Scusatemi ho omesso le misure delle antine 38×45,5– 38×57,5-/.spessore 1,4 tutto in cm. Grazie e saluti Antonio.

    • Buongiorno Antonio,
      Allora se non abbiamo capito male dovresti verniciare circa 5 mq di superficie (calcolando interno ed esterno), quindi credo che un barattolo da circa 1 litro (di cementite) dovrebbe bastarti sicuramente per una sola passata (per 2 passate forse un mezzo litro in più ti occorre), i costi non è facile definirli perchè variano molto a seconda dell’azienda che si sceglie ma in linea di massima oscillano tra i 9 e i 15 euro per il barattolo da circa 1 litro.
      Per quanto riguarda la vernice per avere una buona finitura dovrai applicare almeno 2 passate (per il bianco saranno sufficienti in quanto già l’applicazione della cementite dona una discreta copertura).
      Il rosso ferrari mi preoccupa sicuramente di più, un colore del genere ti verrà sicuramente preparato a tintometro quindi a partire da una base trasparente, questo tipo di basi non aiutano di certo nel dare un aspetto omogeneo del colore (ma sono indispensabili), quindi sul rosso posso prevedere una terza passata e comunque in entrambi i casi credo che dovrai acquistare 2 barattoli da circa 1 litro (uno per il rosso e uno per il bianco).
      Con il bianco (dipende sempre dall’azienda) spenderai dai 10 ai 15 euro mentre per il rosso in proporzione spenderai dai 3 ai 6 euro in più a causa dell’aggiunta di colorante.
      Valuta bene quale tecnica utilizzare per l’applicazione del colore, in merito a cio ti consiglio di leggere questo articolo.
      Definire rese e costi senza conoscere la marca del prodotto che andrai ad acquistare non è facile, ma spero proprio di averti dato qualche buona indicazione, se poi mi comunichi quali prodotti ti hanno proposto di acquistare di sicuro riesco ad essere più preciso.

  3. Salve,
    Il gesso acrilico potrebbe andare bene come base al posto della cementite?
    Sto iniziando a dipingere oggetti in legno, quelli che si comprano ai negozi cinesi o all’ikea.
    E anche vecchie sedie.
    Uso il colori acrilici per decorare.
    Cementite o gesso acrilico?
    Grazie!
    Lilly.

    • Ciao Lilly!!
      Allora…anche il gesso acrilico va benissimo è pur sempre un fondo idoneo per il legno, però quello che posso dirti è che la cementite è un pochino più “raffinata” di conseguenza è molto più agevole nella stesura ed inoltre è più idonea per la preparazione di fondi.
      Ad esempio se prendiamo in considerazione le sedie (magari verranno anche usate) la cementite ha una resistenza meccanica più adeguata, ma questo non vuol dire che il gesso acrilico non vada bene.
      Per i colori ti consiglio di utilizzare degli smalti all’acqua in particolar modo per oggetti sottoposti ad usura, se poi mi dici che sono oggettini che vanno su di una mensola e quindi verranno usati solo a scopo decorativo vanno più che bene dei colori acrilici che spesso vengono utilizzati nel decoupage.
      Non esitare a chiedere ulteriori chiarimenti se tale risposta lasciasse ancora qualche dubbio…..e buon divertimento!!!

  4. Salve, dovrei realizzare un mobile 80x81x36cm da dipingere bianco con ante wengè per un acquario e avrei alcune domande da porVi.
    Fenolico o Pioppo…
    Pittura smalto o…
    Cementite o…
    Per renderlo impermeabile in caso di perdita del filtro esterno cosa usare

    Vi ringrazio anticipatamente.

    • Buona sera Antonio,
      scusami se ti rispondo solo ora!
      L’acquario devi posizionarlo su questo mobile che stai realizzando?
      Tu cosa preferiresti ottenere come risultato finale? Un effetto legno oppure vedere una tinta omogenea?
      Attualmente il mobile in che condizioni si trova?
      Avere queste info è fondamentale per consigliarti l’eventuale ciclo giusto.
      Aspetto tue notizie!

      • L’acquario va su questo mobile che devo ancora realizzare e il risultato finale dovrebbe essere mobile bianco lucido con due ante in wengè

  5. Buongiorno
    devo trattare dei pallet per farne un divano. Lo vorrei bianco ma mi piacerebbe che si vedesse il legno sottostante. Mi pare di capire che con cementite+vernice all’acqua verrebbe un bianco coprente, giusto? Come posso fare invece per avere un bianco+venature? Ho pensato di passare solamente un impregnante bianco….
    Grazie per la risposta

    • Buona sera Nadia,
      In pratica hai detto tutto tu!! ti confermo che passando già solo la cementite otterresti un risultato coprente e di conseguenza le venature del legno andrebbero a sparire, questo risultato ovviamente si accentua con la sovra applicazione della vernice bianca.
      Per rendere visibile l’effetto legno e di conseguenza le venature devi assolutamente usare l’impregnate bianco, poi ad applicazione terminata sarà necessario applicare almeno una passata di protettivo cerato (lucido, satinato o opaco), quest’ultimo passaggio è fondamentale per preservare il tuo divanetto e dargli anche una maggiore resistenza meccanica.
      Quello che posso dirti è che l’impregnate bianco ha solo uno svantaggio, come tutti gli impregnanti il colore del legno stesso è fondamentale nel determinare il risultato finale, di conseguenza il tuo pallet più chiaro sarà e meglio è, infatti supponendo una leggera colorazione tendente al giallo/marroncino, difficilmente otterrai un bianco candito, per ottenere un punto di bianco più alto ti consiglio di applicare più di una passata dell’impregnante.
      Inoltre per avere un effetto gradevole sarebbe opportuno carteggiare al meglio tutto il pallet, so perfettamente che è un lavoraccio ma ti garantisco che l’effetto delle venature viene accentuato tantissimo dopo questo lavoro di levigatura, in più, contestualmente, potresti ammorbidire gli spigoli del pallet in particolar modo nella zona della seduta.
      Per qualsiasi altro dubbio non esitare a contattarci e se vuoi a noi farebbe molto piacere pubblicare le foto del tuo divanetto, in modo tale da essere utile a tutti i nostri visitatori.

  6. Dovendo verniciare alcuni sportelli rivestiti di formica venata marrone, posso trattarli prima con la cementite (o c’è qualche altro prodotto più idoneo) e poi verniciarli di beige chiaro? Se sì, una sola mano di fondo sarà sufficiente? Infine, visto che il mobile è abbastanza vecchio, prima della cementite è opportuno trattarli con uno sgrassatore per fare avere maggiore presa alla vernice?
    Grazie della risposta

    • Buongiorno,
      essendo un mobile vissuto, ti consiglio vivamente di sgrassarlo, lavandolo o con uno sgrassatore oppure semplicemente acqua e sapone (cercando di non “zuppo” troppo a lungo).
      Trattandosi di formica ti consiglio un fondo più idoneo a fondi poco assorbenti tipo il Fundgrap della oikos
      Una sola mano di fondo sarà più che sufficiente (essendo di colore bianco ti aiuterà ad alleggerire le venature marroni).
      Ovviamente adesso è tutto pronto per la vernice beige!!!
      Per qualsiasi altro dubbio non esitare a chiedere.

  7. Salve,
    vorrei “laccare” o comunque riverniciare una parete attrezzata in legno rivestito da lamina, per cui un laminato.
    Come devo procedere? quali prodotti utilizzare? Non sono dotato di aerografo per cui devo usare pennello e rullo.
    Grazie

    • Buongiorno Domenico,
      Come abbiamo detto anche ad un altro nostro utente che doveva verniciare della formica, essendo anche il laminato poco assorbente ti consiglio un altro tipo di fondo, nello specifico possiamo consigliarti questo prodotto, il Fundgrap della Oikos, ma qualsiasi altro fondo con le stesse prerogative andrà più che bene.
      Non voglio scoraggiarti ma se la parete attrezzata presenta delle parti abbastanza grandi il risultato con il pennello e con il rullo non sarà dei migliori, noterai sempre le pennellate (il pennello proprio te lo sconsiglio) e anche con un ottimo rullo per smalti (magari in spugna) si noteranno sempre delle imperfezioni ma il risultato è accettabile.
      Dipende sempre dal risultato che vuoi ottenere, se hai necessità di un lavoro impeccabile devi ragionarci bene e magari valutare l’acquisto di una pistola spruzzatrice HVLP, che non rilasciano polvere e che costano anche poco (ovviamente i modelli per piccoli lavori).
      Per qualsiasi dubbio o approfondimento non esitare a contattarci.

  8. Vorrei colorare di grigio un tavolo color noce con finitura alla nitro.
    Vorrei ottenere un risultato tipo decapato – shabby- facendo riaffiorare il legno sottostante e magari anche un altro colore in contrasto con il colore grigio di base …..come procedo?
    Grazie simona

    • Buona sera,
      il tavolo deve essere posizionato all’esterno oppure all’interno? Perchè ha deciso di optare per una finitura alla nitro??
      Ci occorre capire meglio le sue intenzioni per darle qualche consiglio utile.
      Facci sapere al più presto Simona.

      • Buonasera, il tavolo va posizionato all’esterno sotto ad un portico.
        Si Tratta di un tavolo fratina di qualche decennio fa, in buone condizioni color noce con finitura alla nitro che io vorrei ridipingere di grigio dandogli un effetto decapato, facendo riaffiorare il colori come detto sopra.
        Sperando di essere stata un po’ più chiara aspetto istruzioni!!!
        Grazie

  9. Salve….dovrei verniciare dei pallet per esterni…..non devono vedersi le venature ma dovrebbe venire tutto con un colore uniforme….avevo intenzione di carteggiare, passare piu’ mani di fondo riempitivo all’acqua, ed infine piu’ mani di vernice all’acqua finche non saro’ soddisfatto del risultato….
    dovrei fare qualche altro passaggio per il trattamento del legno?
    grazie

    • Buongiorno Daniele,
      innanzi tutto scusaci se non abbiamo risposto prontamente alla tua richiesta.
      Allora…carteggiare di sicuro va bene in modo tale da “raffinare” un pochino il legno che in caso contrario resterebbe un pò troppo “poroso”.
      In questo caso non credo che servano moltissime mani di fondo in proverei addirittura con una sola mano (al massimo 2) di nuovo una leggera carteggiatina (con carta da 180 a 240), ovviamente spolvera per bene il pallet dopo aver carteggiato e quindi procedi con l’applicazione della vernice all’acqua, anche in questo caso credo che saranno sufficienti 2 passate.
      Tienici aggiornati sul lavoro (anche con foto).
      Ciao e buon lavoro.

  10. Salve,
    dovrei tinteggiare di bianco un gazebo in legname assorbente.
    Cosa mi consiglia ?

    • Buongiorno Giuseppe,
      abbiamo affrontato svariate volte il discorso del verniciare di bianco le superfici in legno di conseguenza prima di darti qualche buon consiglio (si spera) ci occorre sapere se vuoi verniciare di bianco il tuo gazebo mantenendo un effetto legno oppure se vuoi ottenere un effetto coprente ad esempio con una vernice smaltata all’acqua.
      Attendiamo un tuo riscontro.
      Grazie.

  11. Salve,
    Dovrei pitturare la copertura in legno, la cementite mantiene bene alle intemperie?

    • Giuseppe buongiorno,
      potresti gentilmente farmi capire meglio di che tipo di copertura si tratta? se puoi inviami anche qualche foto, ho bisogno di capire l’applicazione dove andrà fatta per darti qualche consiglio utile.
      Appena puoi fammi sapere.
      Grazie.

  12. Salve, vorrei restaurare la mia vecchia cucina color miele. Le ante sono in legno mentre la struttura interna in impellicciato, posso usare come base per untrambi le parti la cementite? Sulle ante però Non vorrei un effetto omogeneo ma venato…cosa devo mettere dopo la base? Grazie

    • In tremendo ritardo ma rispondiamo…..per un problemino tecnico non abbiamo potuto gestire le richieste dei nostri utenti, comunque noi proviamo ugualmente a dare una risposta.
      Valenina da quello che dici nella parte esterna delle ante a nostro avviso dovresti optare più per un impregnante, in tal caso non devi usare la cementite altrimenti otterrai un effetto omogeneo (completamente coprente).
      Per la parte interna invece non ci sono problemi ad utilizzare la cementite, ma se fuori utilizzerai un impregnante non vedo il senso nell’usare 2 tecniche differenti sullo stesso prodotto.
      Se poi non abbiamo ben interpretato la tua domanda non esitare a chiedere chiarimenti, ti garantiamo che questa volta la risposta sarà praticamente immediata.

  13. buongiorno! dovrei verniciare delle semplici sedie thonet in legno colore ciliegio,originariamente ricoperte di finitura semilucida trasparente (ora un pò consumata)..volendo ottenere un effetto opaco-gessoso posso dare solo una mano (o due) di cementite bianca,dopo la carteggiatura iniziale? e poi magari scartavetrare qua e là a lavoro asciutto per dare un effetto “shabby”? gradirei il Vostro consiglio..sono un neofita..grazie! 🙂

    • Ciao Cristina, anche tu scusa il ritardo (per le motivazioni vedere post precedente), in questo caso sarebbe utile avere delle foto delle sedie per capire che tipo di superficie (il fatto che siano delle sedie thonet già ci da delle indicazioni ma ci sono diverse varianti).
      Comunque vista la tipologia di sedia hai pensato di dare la cementite a spruzzo? a mio avviso in questo modo l’effetto “opaco-gessoso” potrebbe dare dei buoni risultati.
      Mi vien da pensare allo spruzzo perchè spesso le sedie thonet non è facile verniciarle in particolar modo nella zona della seduta che spesso assomiglia ad una sorta di rete (per questo ti chiedevo le foto).
      Comunque se ancora ne avessi bisogno siamo a tua completa disposizione, anzi se hai ultimato il lavoro puoi anche postare le tue foto, a breve dovremmo lanciare una rubrica con le foto dei vostri lavori.
      Ciao e scusa il ritardo.

  14. BUONGIORNO,
    DEVO VERNICIARE LE MIE TRAVI IN LEGNO DELLA MANSARDA. NON SONO BELLE TRAVI LEVIGATE MA RUVIDE E MAI TRATTATE..NON VOLEVO FARE UN LAVORACCIO E LEVIGARE TUTTO IL LEGNO ANCHE PERCHè ANDREBBE POLVERINA DAPPERTUTTO E ABITANDOCI E AVENDO DUE BIMBI PICCOLI SAREBBE UN DISASTRO….. COME POSSO FARE??
    GRAZIE MILLE PER L’AIUTO

    • Ciao Marica, anche tu scusa il ritardo nel rispondere….
      Anche nel tuo caso sarebbe opportuno avere le foto, comunque la cosa principale da capire è se le tue travi sono state già verniciate in precedenza e se si capire che prodotto hai usato.
      Le travi hanno ancora l’effetto legno oppure sono completamente coperte da qualche vernice?
      Una volta capito questo posso darti il mio consiglio senza queste info è difficile capire la strada da prendere.

  15. Salve, vorrei verniciare di bianco una scrivania, magari tralasciando le venature se possibile. La scrivania è di truciolato ricoperto da uno strato lamellare lucido, diciamo quelle che si trovano in commercio. Che trattamento devo usare? Grazie

    • Ciao Ciro,
      quando dici “strato lamellare lucido” suppongo che tu ti riferisca ad una vera e propria lamina stampata in finto legno, in tal caso ti dico che è impossibile mantenere l’effetto legno e che potrai verniciare solo con una tinta unita la tua scrivania.
      Comunque inviandoci una foto sarà più facile capire di che prodotto stiamo parlando.
      Inoltre ti dico che quando si parla di scrivania bisogna stare molto attenti al prodotto che si usa in particolar modo nel piano lavoro, essendo una superficie molto stressata non tutti i prodotti vanno bene.
      Noi personalmente contiamo di pubblicare (una volta eseguito il lavoro) il rifacimento delle nostre scrivanie con della resina (prodotto molto idoneo a questo tipo di applicazione).
      Aspettando tue maggiori info ti auguriamo una buona serata.

  16. Buongiorno! Dovrei riverniciare una scrivania di legno, dopo averla scartavetrata è opportuno passarci una mano di cementite o andrebbe bene anche dello smalto bianco all’acqua? Grazie in anticipo!

    • Ciao Carla,
      La scrivania di quale materiale è?
      Se si tratta di legno grezzo quindi un po’ poroso passare la clementine con una successiva carteggiatura sarebbe di sicuro un’ottima soluzione (in particolar modo se vuoi ottenere una finitura liscia) se invece si tratta di un materiale già liscio e poco assorbente ti consiglio prima di applicare un sottosmalto e pi procedere con l’applicazione dello smalto finale. Io sconsiglio sempre di verniciare direttamente sul supporto senza applicare un fondo. Come sempre sarebbe molto utile avere delle foto per valutare meglio il supporto e di conseguenza consigliare il miglior ciclo….lo so la risposta è arrivata un po’ know ritardo! !! Spero possa esserti ancora utile il mio consiglio! !!

  17. Buongiorno ho una cassettiera (ikea ) che odora di muffa sia nei cassetti sia soprattutto nella struttura interna . Vorrei sapere se utilizzando la cementite risolvo il problema del cattivo odore . Grazie

    • Ciao Valeria,
      di sicuro inglobando la muffa stessa bloccherebbe un pochino il fastidioso odore, ma ti garantisco che una volta che la muffa impregna la cementite sarà peggio di ora!!!
      Ti consiglio vivamente di leggere questa nostra pillola dove parliamo proprio di: come rimuovere la muffa dagli armadi e di conseguenza anche dai tuoi cassetti!!

  18. Ciao,
    sto prrparando un armadio da riverniciare. Solo in un secondo momento ho capito che le ante sono in multistato tarttate con un fondo che immagino essere cementite (bianca e con sverniciatore non viene via).
    Mi sono ormai convinto non convenga arrivare al legno, e stavo riflettendo su come laccarlo. Per questa sictuazione l ideale è pulirlo scartravetrarlo e… Cementite o primer?

    • Ciao Maurizio,
      la vera e propria laccatura è una cosa un pochino più complicata (il risultato finale non sarà mai come un mobile laccato che esce dalla fabbrica), nel tuo caso sarebbe utile vedere con una foto in quale stato si trovano le ante in questo momento, capire se attualmente il fondo è poroso oppure e capire anche se ti occorre un materiale un pò più riempitvo è se basta un semplicissimo primer per aumentare il “grip”.
      Comunque se puoi pubblica una foto sarebbe veramente molto utile per darti qualche consiglio più mirato.
      Attendo tue.
      Buona serata.

  19. Vorrei provare a disegnare su un tronco di pino tagliato ed esposto all’esterno. Devo usare particolari accorgimenti? Sarebbe bello lasciare venature e cerchi ma, dovendo inserire anche delle frasi, non sarebbero molto visibili sul fondo del tronco…

    • Buongiorno Paolo,
      con cosa vuoi realizzare il disegno sul tronco??? credo sia la cosa più importante, devono essere dei prodotti in grado di resistere ai raggi UV, poi una volta fatto il disegno lo andrai a proteggere con una finitura trasparente cerata.
      Un piccolo consiglio prima di iniziare il disegno dai una passata di impregnante (anche molto chiaro) che non ti alteri il colore del legno ma avrà uno scopo preventivo di protezione del tronco stesso.
      Se hai altre domande non esitare a chiedere….e mi raccomando inviaci le foto della tua opera d’arte!!!

  20. Buongiorno,
    devo verniciare alcuni pannelli realizzati con OSB, in modo da non vedere le scaglie.
    Ho fatto una prova, stendendo una mano di cementite su una piccola parte, ma il risultato non è stato ottimale.
    Devo procedere con più mani per poi proseguire con la verniciatura?
    Vorrei poi proseguire con smalto bianco opaco all’acqua..

    • Buongiorno Francesco,
      assolutamente si, a mio avviso occorrono almeno 3 mani di cementite se vuoi togliere l’effetto “scaglia”, poi procedi con la carteggiatura (una grana tipo 220/240 e non fare molta pressione, in quanto devi lasciare la cementite applicata, la carteggiatura ti serve solo per lisciare un pochino la porosità della cementite).
      Prima di procedere con la verniciatura togli per bene la polvere sui pannelli (è di fondamentale importanza).
      Se ti occorre altro non esitare a chiedere.

  21. Devo verniciare delle perline in buone condizioni ma verniciate….e necessario grattare prima di dare il Fondo?

    • Ciao Federico,
      se la vernice già presente è ancorata bene, potresti dare solo una leggera carteggiatina e poi andare diretto con il fondo, l’importante è che la vernice già presente non si stia distaccando dal supporto.
      Se hai altre domande non esitare a chiedere.
      Buon lavoro.

  22. Ciao,
    Grazie in anticipo per l’eventuale risposta che forse è già stata anticipata nella precedente richesta di Federico.
    Ho recuperato dalla cantina un vecchio progetto iniziato e mai finito.
    In pratica ho costruito due casse acustiche in mdf e successivamente le ho trattate con turapori a solvente per proteggerle da sporco e umidità.
    Posso verniciarle direttamente con cementite a solvente o è meglio rimuovere il turapori prima?
    Considerato che poi vorrei lasciare la cementite come finitura, potrò proteggere la cassa con un acrilico trasparente spray?
    Grazie ancora e ciao!

  23. vorrei rinnovare la parte in legno (formica) degli specchi del mio salone di parrucchiera . posso passare la cementite e poi una vernice di protezione?grazie

    • Nessun problema vai tranquilla, l’unico consiglio che ti do è quello di passare un po di carta vetrata prima di stendere la cementite, oppure in alternativa passa prima un buon primer, la formica essendo molto liscia è consigliabile trattarla.

  24. Devo verniciare casetta per bimbi da me costruita..ho dato due mani di cementite acqua adesso mi accingo a pittura re il tutto con smalto acqua bianco..per finestre Ke vorrei pittjrare marrone va bene sempre fondo cementite bianca ac qua. .grazie

    • Buongiorno Giovanni,
      assolutamente si va benissimo!!! Se ne hai la possibilità puoi aggiungere qualche goccia di colorante rosso ossido e qualche goccia di colorante nero ossido in modo tale da rendere il fondo un pochino più simile alla finitura ed avere qualche vantaggio nella copertura, ma anche quella bianca va benissimo, tecnicamente non stai commettendo nessun errore.

  25. Buona sera. Vorrei un consiglio. Vorrei cambiare l’aspetto di un armadio verniciato semilucido e renderlo stile shabby chic. Conviene utilizzare prima una mano di cementite e poi altra vernice ad acqua o posso procedere ad applicare direttamente una vernice ad acqua su quella esistente, scartavetrando il fondo? Grazie.

    • Buongiorno,
      l’effetto shabby chic è un effetto “decorativo” di conseguenza ci sono molti procedimenti e punti di vista in merito, io personalmente lo consiglio con un’applicazione di cementite, si ottiene un effetto più “corposo”.

  26. Buongiorno, le vorrei chiedere …ho trattato delle porte da interno riportandole a zero e ho poi passato la cementite a solvente per due volte ( prima passata e scartavetratura e infine idem la seconda) rendendo la superfice liscia e pronta per la verniciatura.Le vorrei chiedere per una vernice laccata bianca che mi possa dare l’effetto lucido ,grazie

    • Ciao Gerardo,
      una qualsiasi vernice bianca lucida (ovviamente di buona qualità) andrà benissimo, quello che invece mi preme di più dirti è che la cosa fondamentale è capire come applicherai la vernice, per avere un effetto simile ad una laccatura ti consiglio vivamente di verniciare a spruzzo le porte altrimenti vanificherai tutta la preparazione che hai fatto.

  27. Salve..Dovrei incollare un immagine plastificata di grandi dimensioni su un pannello di MDF …Mi suggerite la colla o il fondo da usare x farla aderire bene??

    • Ciao Anna,
      bisognerebbe conoscere per bene il materiale dell’immagine, dire plastica è troppo generico, comunque in linea di massima mi viene da pensare ad un prodotto che conosco molto bene (si usa anche per incollare gli accessori dei sanitari al posto di fare buchi al muro) il prodotto che ti consiglio è questo: Superfiss.
      Questo prodotto è veramente ottimo.

  28. Buonasera devo dipingere un tavolo in legno massello lucido e farlo diventare bianco.
    Mi consigliate di usare un primer o la cementite per avere un piano piu duraturo con finitura liscia.
    Grazie in anticipo

    • Buongiorno Roberto,
      innanzi tutto se il lucido è dato da qualche cosa “tipo laccatura” ti consiglio di dare una passatina con carta vetrata in modo tale da rendere il supporto trattabile.
      Dopo aver fatto questo, se vuoi una finitura liscia ti consiglio un prodotto “sottosmalto” tipo questo: sottosmalto per finiture liscie.
      Tieni conto che questo è un prodotto che spesso utilizzano anche in situazioni estreme quali componenti di barche.
      Se avessi bisogno di altro noi siamo qui.

  29. Buongiorno, vorrei verniciare una scala in legno interna in quanto mi sono stufato del colore, avendo però parecchi metri di balaustra devo escludere la sverniciatura e/o raschiatura in quanto comporterebbero tempi biblici. Come potrei procedere?

    • Ciao Massimo,
      verniciare una scala in legno è sempre una cosa antipatica, ti capisco benissimo!!!
      Sul come poter procedere, se non so quale risultato vorresti ottenere e lo stato attuale della scala, è molto difficile darti dei consigli anzi direi impossibile, cerca di darmi queste 2 info e vediamo nel dettaglio il da farsi!!
      Aspetto tue notizie.

  30. salve sto verniciando una credenza in arte povera ho gia’ dato 2 mani di primer ad acqua bianco dopo averla carteggiata per poi verniciarla con smalto d acqua di colore bianco solo che nelle varie risposte che ha dato ho letto di un sotto smalto puo’ dirmi cos’e’ io di solito passo primer poi smalto un’altra cosa se e possibile vorrei chiedere la differenza tra cementite e primer il mio rivenditore dice che sono la stessa cosa ma dalle sue risposte ho notato che forse non e cosi” quindi ora sono confusa grazie aspetto con ansia una sua risposta.

    • Buongiorno,
      che le due cose possano essere confuse è normalissimo, nel senso che entrambe fungono da fondo, poi bisogna capire quale “fondo” è più idoneo per l’applicazione che si sta eseguendo.
      In linea di massima i prodotti che vengono chiamati primer sono dei prodotti che vengono applicati in situazioni di difficile ancoraggio e generalmente presentano la caratteristica di essere leggermente sabbiati, di conseguenza quando si vuole ottenere un effetto liscio tipo laccatura forse non è il miglior prodotto da utilizzare ma solo per un effetto estetico, tecnicamente va più che bene.
      Il sottosmalto che noi citiamo è un prodotto che si ancora bene anche su supporti difficili ma che al tempo stesso è molto liscio (quando lo applica sembra che stia dando una mano di bianco normalissimo) di conseguenza si presta di più per lavori un pochino più rifiniti.
      Mentre la cementite è un prodotto più poroso rispetto al primer o sottosmalto è un prodotto facilmente carteggiabile che ha un potere riempitivo maggiore, quindi queste piccole differenze rendo i prodotti specifici per ogni applicazione ma direi che nel suo caso non avrà problemi con nessuno di questi prodotti.
      Mi faccia sapere.
      Saluti.

  31. Salve ho da poco realizzato delle modifiche ad una struttura in legno realizzata nel 2013 per allevare i miei amati canarini. Mi hanno consigliato di passare della cementite internamente, uno per chiudere le porosità del legno e tenere sotto controllo eventuali parassiti e due con un bel bianco avrei una maggiore luminosità della struttura con tutti i benefici che la luce ha sui nostri piccoli animaletti.
    Vorrei quindi sapere cosa posso passare come protettivo trasparente dopo aver steso per bene la cementite. Premetto che la prima mano è stata realizzata con pennello, carteggiata e poi fatte due mani a spruzzo. Inizialmente diluito con acqua (perché ho preso un prodottto a base d’acqua) poi ho visto che anche senza diluire il mio compressore riusciva a spruzzare. Mi hanno consigliato delle tesine epoxy trasparenti, cosa posso utilizzare? Grazie anticipatamente.
    Ps sono un po’ stretto con i tempi, spero di reicevere una vostra risposta in tempo

    • Ciao Rosario,
      innanzi tutto scusaci se rispondiamo solo ora,
      per tesine epoxy trasparenti, intendi dire resine epossidiche trasparenti???
      Francamente io dopo il gran lavoro che hai fatto porterei a finire il lavoro con l’applicazione di un buon smalto all’acqua bianco, e poi al limite (ma proprio ad esagerare) passerei un trasparente all’acqua protettivo (una sorta di vetrificante)
      Spero che la risposta possa esserti ancora utile.

  32. Buongiorno, vorrei verniciare dei vecchi comodini con verniciatura shabby quindi usando una base di cementite. E’ possibile effettuare questo lavoro con una pistola a spruzzo ed eventualmente quale mi consigliate?
    Grazie mille.

    • Buongiorno Marco,
      allora è possibilissimo applicare la cementite a spruzzo per eseguire questa tecnica, però in questo caso un pochino te lo sconsiglio per i seguenti motivi:
      -Si tratta di un comodino di conseguenza lavoro abbastanza piccolo
      -Non ti occorre una finitura ottimale in quanto il tutto andrà ricarteggiato
      -Essendo la cementite un prodotto abbastanza denso rischi di diluire troppo il prodotto per farlo passare nell’ugello, oppure devi acquistare un prodotto un pochino più di livello e magari spendere qualche soldino in più
      -A volte le striature del pennello creano degli effetti particolari che potresti non avere spruzzando il prodotto
      Diciamo che anche per questi motivi applicherei decisamente il tutto a pennello.
      Per qualsiasi altro chiarimento non esitare a contattarmi.

  33. Buongiorno, vorrei verniciare una “casetta” che sarà adibita a pollaio. È nuova, credo sia trattata per stare all”esterno (viene venduta come conigliera ed ha il tetto idrorepellente), ma a prima vista il legno sembra grezzo, quindi necessita comunque di qualche trattamento per resistere alle intemperie.
    Io vorrei colorarla, per renderla più carina (come una casa per bambole, per intenderci), anche tutta biana mi piacerebbe, magari colorando solo la cornice delle finestrelle. Che tipo di colorante posso usare (magari è sufficiente la cementite per il bianco), che sia ASSOLUTAMENTE atossico, e quale finitura per rendere la casetta impermeabile?
    Graie in anticipo 🙂

    • Cioa Elena,
      la cosa fondamentale (come spesso diciamo) è sapere se vuoi mantenere l’effetto legno e quindi optare per un impregnante oppure se vuoi valutare anche una verniciatura con dello smalto atossico che comunque andrebbe a togliere l’effetto legno ma che sicuramente ti permetterà di spaziare alla grande con qualsiasi colore.
      Comunque l’idea che ahai avuto di trattarla comunque a mio avviso è valida, non sempre i trattamenti aziendali sono validi.

  34. buongiorno. sto rifacendo l’interno del mio camper. alcune zone colpite da infiltrazioni sono state bonificate e rifatte con listelli di abete e un pannello di compensato da 3 mm, mentre la maggior parte delle pareti, una volta tolto il vecchio rivestimento (tipo carta da parati incollata con simil-neoprene) si presenta come superficie irregolare con residui di colla. cosa posso usare come base e come finitura, considerando che vorrei fare tutto di colore bianco? grazie
    massimo

    • Ciao Massimo,
      Questo è un lavoretto abbastanza particolare, per certi aspetti possiamo sembrare ripetitivi ma avere le foto del supporto come si presenta ora potrebbe essere di grande aiuto in particolar modo quando si parla di lavoretti un pochino particolari come quello di rifacimento del suo camper.
      In linea di massima il consiglio che mi viene da dare è quello di rimuovere al meglio la colla residua con dei prodotti appositi (si trovano dei prodotti specifici per la rimozione di siliconi e colle), dopo questa procedura bisogna capire assolutamente come ultimare il lavoro, intendi solo ed esclusivamente verniciare? Oppure anche pensare a rivestire il tutto con una carta da parati (magari bianca) potrebbe essere una soluzione da prendere in considerazione?

  35. Grazia Dellacasa

    Buongiorno,

    ho già eseguito dei lavori di verniciatura su legno usando prima la cementite poi l’idropittura ed infine la finitura ottenendo risultati discreti.
    Adesso vorrei verniciare un mobile più lucido e liscio. Mi hanno consigliato di usare come fondo un gesso acrilico al posto della cementite ma il risultato è stato disastroso. Quando ho iniziato a carteggiare il primer si è completamente staccato provocando delle palline di pittura. Ho provveduto a lavare la parte con uno sgrassatore e fortunatamente è ritornata come in origine. Suppongo che il consiglio di usare questo tipo di fondo sia errato. Meglio la cementite?
    Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

    • Ciao Grazia,
      Un fondo gessoso non credo si la miglior soluzione, al contrario devi usare un fondo poco assorbente, però per darti un consiglio bisogna capire come è attualmente la superficie del mobile che devi riverniciare, è molto importante capirlo perchè è la base di partenza di tutto il lavoro.
      Comunque escluderei anche l utilizzo della cementite in genere se si vogliono ottenere dei lavori somiglianti ad una laccatura non è la miglior soluzione.
      Aspettiamo tue notizie in merito allo stato attuale del mobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *