venerdì , 21 luglio 2017
Home / Soluzioni tecniche / Cosa sapere sul riscaldamento a pavimento

Cosa sapere sul riscaldamento a pavimento

Si parla sempre più spesso di efficienza energetica quando si affronta l’argomento di costruire una casa nuova oppure di ristrutturarne una datata. Tra gli elementi vanno a incidere particolarmente sul risparmio dell’energia (intesa largamente come elettrica che termica) vi è sicuramente quello del riscaldamento della propria abitazione.

Oltre ai normali termosifoni collegati alle caldaie termiche vi sono impianti che consentono una resa maggiore e un maggior risparmio sia in termini energetici che economici: il riscaldamento a pavimento, quello ad infrarossi, l’impianto a soffitta e, addirittura, il caldo che proviene dai battiscopa. In questo articolo ci occuperemo, in particolare, del primo tipo di impianto.

Come funziona il riscaldamento a pavimento?

Il funzionamento è particolarmente semplice: tra il massello e il pavimento viene costruita una serpentina di tubi che consente all’acqua calda, riscaldata tramite una semplice caldaia, di scorrere sotto i nostri piedi. Il calore passa al cemento, poi al pavimento e si diffonde successivamente nell’ambiente.

Poi l’aria calda, essendo più leggera, sale e riscalda per intero i locali dando la sensazione di un calore ben diffuso. La caldaia che scalda l’acqua è una classica caldaia termica ma si possono utilizzare addirittura i pannelli solari oppure l’energia geotermica.

Quali sono i vantaggi del riscaldamento a pavimento?

Le domande che si pone chi si accinge a realizzare o ad acquistare un’abitazione con riscaldamento a pavimento sono:

  • Fa male alle gambe?
  • Se si rompe un tubo è necessario spaccare tutto il pavimento?
  • Il costo è esagerato?

I moderni impianti sono veramente affidabili sia in termine di sicurezza che di salute. Il calore anche se proviene dal basso non gonfia assolutamente le gambe ed è ben distribuito in tutti i locali.

In caso di malfunzionamento e rottura delle tubature dell’impianto posto sotto il calpestabile (i casi sono veramente rari!) è particolarmente facile individuare il punto critico e solitamente non è necessario spaccare il pavimento.

Per quanto riguarda i prezzi, il costo leggermente più alto per l’acquisto viene ammortizzato in poco tempo grazie al risparmio sulla bolletta. Bisogna infatti tener presente che la temperatura dell’acqua che passa attraverso le serpentine è sensibilmente più bassa di quella che passa attraverso i classici termosifoni e/o caloriferi!

Vedi anche

Eliminare la muffa

Come eliminare la muffa dai muri definitivamente

Non possiamo di certo nasconderlo, uno dei problemi più grossi delle abitazioni è quello della ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *