domenica , 19 novembre 2017
Home / Soluzioni tecniche / Frattazzo, a cosa serve e come si usa

Frattazzo, a cosa serve e come si usa

Frattazzo arancione

FRATTAZZO? – Il frattazzo è un oggetto largamente usato nel settore dell’ediliza.

A cosa serve il frattazzo o “frattone”?

E’ formato da una spatola di forma rettangolare (la cui dimensione potrebbe cambiare a seconda dei bisogni del muratore), su cui è attaccata una impugnata in legno, in plastica o in un qualsiasi altro materiale adatto allo scapo. Il frattazzo è utilizzato principalmente per lisciare le pareti finché non si sono seccate diventando dunque dure e non potendo più essere trattabili. Esso diviene spesso uno strumento d’appoggio per la malta che dev’essere applicata sulla parete da lisciare.

 

 

Qual’è il miglior materiale per il frattazzo?

Oggigiorno se ne possono trovare di diversa misura, a seconda dei bisogni dell’utilizzatore, e in diversissimi materiali: dal metallo, passando per il legno, e terminando con i diversissimi materiali plastici. I frattazzi dalle dimensioni ridotte vengono utilizzati principalmente per raggiungere zone della superficie che sono altrimenti inaccessibili utilizzando degli strumenti più grandi. I frattazzi in legno sono quelli più diffusi, poiché nel passato venivano largamente utilizzati dagli addetti ai lavori. Questo perché il legno è un materiale che può essere pulito in maniera molto facile e veloce: basta difatti prima grattarlo per togliere i residui di materiale e quindi sciacquare l’oggetto in questione sotto a un potente getto d’acqua. Tuttavia, bisogna ricordarsi che il legno è un materiale pesante e rende difficile l’uso del frattazzo dopo alcune ore di lavoro consecutivo. Esso stanca il lavoratore, motivo per cui se bisogna lavorare tutto il giorno o comunque parecchie ore in consecutiva, è meglio scegliere un frattazzo più leggero, come quello in plastica o in poliuretano. Sono entrambi dei materiali molto leggeri e di facile uso. Se utilizzati in modo adeguato, possono durare per moltissimi anni.

Come si usa il frattazzo?

Le tecniche di utilizzo del frattazzo sono molteplici e si adatta ai bisogni e alle esigenze di tutti. Nel tempo ne sono state sviluppate diverse, e chiunque, dai lavoratori più grossi che possono utilizzare dei frattazzi più pesanti e grandi, e finendo con quelli più piccoli, possono apprendere l’apposita tecnica di lavorazione. La tecnica più semplice e disponibile a tutti consiste nell’applicazione del rustico di malta con la cazzuola sulla punta del frattazzo e quindi una serie di movimenti circolari. Dopo aver applicata la malta, bisogna attendere un po’ di tempo prima di iniziare a utilizzare il frattazzo lisciando la superficie in questione. I movimenti devono essere svolti in circolare, con l’applicazione di una buona forza per modellare la superficie della parete. Durante l’operazione il frattazzo dev’essere tenuto inclinato di circa 20 gradi rispetto alla superficie della parete. La cosa facilita lo scorrimento dell’attrezzo durante i movimenti circolari e appiattisce meglio le eventuali zone sconnesse della parete. Qualora si debba rendere liscia una parete particolare, si possono utilizzare dei frattazzi con una tavoletta di adesione rivestita con un materiale plastico spugnoso. Questo resiste all’abrasione dell’attrezzo e rende il lavoro più efficace. Per un lavoro che richiede moltissime energie può essere scelto un frattazzo di tipo elettrico. Questo, collegato a una presa, svolgerà tutti movimenti meccanici al posto del lavoratore, rendendosi così ideale per dei lunghi lavori non-stop.

Esistono frattazzi particolari?

Il frattazzo più comune forse è quello in legno con superficie in spugna, più o meno dura, di colore arancione o blu, ma in realtà ne esistono moltissimi tipi, da quelli per l’edilizia pura, fino a d arrivare a quelli per le decorazioni, che in base al risultano che vogliamo ottenere cambiano di forma, dimensione, pattern e materiale.
Nel mondo dei decorativi utilizzare strumenti “rubati” ad altri tipi di applicazioni è all’ordine del giorno, ma sempre più spesso vengono progettati dei frattoni appositi per ottenere delle texture molto particolari.

Vedi anche

cappotto interno

Cappotto interno: il giusto isolamento termico per la casa

  Il cappotto interno serve a garantire il corretto isolamento termico e acustico, ed è ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *