domenica , 19 novembre 2017
Home / Soluzioni tecniche / Guaina Ardesiata

Guaina Ardesiata

Guaina ardesiata a rotoli

Immaginiamo di avere un balcone, un terrazzo, un tetto, o un qualunque altro elemento strutturale costantemente esposto agli agenti atmosferici. Ora, vogliamo proteggerlo, proteggendo le nostre tasche e la nostra serenità nell’ambiente in cui viviamo.
Come possiamo fare? Quale materiale dobbiamo scegliere? In nostro aiuto arrivano le guaine impermeabilizzanti che, come dice il nome, proteggono il nostro stabile dalle infiltrazioni d’acqua e permettono ai vapori di fuoriuscire, evitando così che condensino arrecando danni.
In commercio possiamo trovare diversi tipi di guaine ed in particolare vogliamo fare riferimento alla guaina ardesiata: materiale considerato tra i più affidabili nell’impermeabilizzazione delle superfici.
Si presenta come una specie di membrana, più o meno autoadesiva, di diversi colori, che garantisce inoltre un ottimo isolamento termico.

Guaina ardesiata autoadesiva

Per gli amanti del fai da te esiste la guaina ardesiata autoadesiva, particolarmente indicata per isolare le strutture in legno. Questa permette una posa molto più semplice: non è infatti necessario il cannello a gas, fondamentale invece per la posa della guaina ardesiata classica. Tuttavia, va posata in giornate molto soleggiate e calde e non è indicata per le zone in cui il clima è particolarmente rigido poiché la superficie adesiva rischia di non rimanere ben ancorata alla superficie da impermeabilizzare.

Guaina ardesiata calpestabile

La guaina ardesiata, sia essa adesiva o meno, è calpestabile entro certi limiti: se si eccede, si rischia di rovinare le scaglie di ardesia di cui è costituita compromettendo così la sua efficacia. È però possibile renderla calpestabile attraverso un rivestimento di cemento, di autobloccanti o con un pavimento flottante. In genere, le coperture in ardesia vengono lasciate a vista e ciò può comprometterne la durevolezza: non a caso quindi, la guaina lasciata esposta deve essere ricoperta con della vernice acrilica che la protegge dai raggi solari. Questa decisione di lasciarla esposta può avere però i suoi vantaggi. Da un lato, permette una più semplice e rapida manutenzione; dall’altro permette di soddisfare un parametro puramente estetico.
Ad onor di cronaca è anche giusto dire che oggi in commercio esistono molte “varianti” di questo prodotto, alcune specifiche per pedonabilità o addirittura piastrellabili come ad esempio il GUAINA+ della Naici, ovviamente si parla di prodotti diversi sia per costi che per applicazione.

Guaina ardesiata colorata, Verde, Bianca, Rossa, Grigia

Le guaine ardesiate impermeabilizzanti vengono vendute di diversi colori (verde, nera, bianca, grigia) in modo da poterle adattare a qualsiasi ambiente. Parlando di vantaggi e svantaggi dobbiamo senza dubbio ricordare che tale materiale è molto efficace nell’isolare un ambiente ed è in grado di non farsi attraversare da nessun corpo estraneo: permette alle molecole di vapore di fuoriuscire ma non fa penetrare le molecole d’acqua, di dimensioni maggiori. È poi una soluzione amica delle nostre tasche e di semplice e rapida posa, che può aumentare la durevolezza e l’efficacia del materiale semplicemente sovrapponendo un secondo strato di guaina in direzione opposta al primo. Tra gli svantaggi principali però dobbiamo ammettere che non sempre la posa viene effettuata nel migliore dei modi: molto spesso infatti si tende a scaldare con il cannello a gas in modo non uniforme, rischiando quindi di compromettere la riuscita del lavoro. Questo è uno dei motivi primari per i quali spesso si opta per la guaina ardesiata autoadesiva, di posa molto più semplice. Proprio perché amica delle nostre tasche, andiamo a scoprire i prezzi di questo materiale. Lo spessore di tale guaina è in genere di circa 4 millimetri ed il peso al metro quadro raggiunge i 4 kg. Se si sceglie questo spessore, la spesa ammonta a circa 5/6 euro al mq, prezzo che può comunque alzarsi nel caso andassimo a scegliere una guaina colorata: circa 8 euro per lo stesso spessore. Il costo aumenta anche nel caso si preferisca la guaina ardesiata autoadesiva che facilitandovi il lavoro vi permette di evitare le spese della messa in posa, che, se previste, alzerebbero il costo del mq fino a 16 euro. Nonostante quindi la guaina colorata sia più cara, risulta alla fine dei conti molto più economica.

Perchè a volte i risultati non sono quelli sperati?

Spessissimo ci è capitato di sentire lamentele in merito alla guaina ardesiata, nello specifico di persone che convinti di risolvere il loro problema con la posa di questo materiale si sono ritrovati a distanza di tempo a dover correre ai ripari perchè il problema non era stato risolto oppure parzialmente risolto, questo in un primo momento porta tutti noi a dare la colpa alla guaina, ma dobbiamo riflettere, nella maggior parte dei casi la colpa non è del “materiale” ma dobbiamo attribuire la causa alla posa, infatti questo materiale per quanto fantastico possa essere deve essere trattato da mani esperte, in particolar modo bisogna essere coscienti che per avere un risultato ottimale il supporto deve essere “pronto” a ricevere tale applicazione (le schede tecniche fornite dai vari produttori ci vengono in nostro aiuto e non bisogna sottovalutarle), inoltre un occhio esperto saprà decidere il miglior modo per rivestire il supporto in particolar modo prestando la massima attenzione ai punti di congiunzione dove magari e stato necessario un taglio del foglio di guaina ed inoltre non bisogna mai dimenticare di non eseguire fori, tagli od altri interventi sulla superficie dove è stata applicata la guaina perchè questo potrebbe compromettere la tenuta della stessa in maniera irreparabile.

Vedi anche

cappotto interno

Cappotto interno: il giusto isolamento termico per la casa

  Il cappotto interno serve a garantire il corretto isolamento termico e acustico, ed è ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *