lunedì , 20 novembre 2017
Home / Soluzioni tecniche / Salnitro sui muri: che fare?

Salnitro sui muri: che fare?

Abbiamo già parlato di muffa, in questo articolo ci concentriamo sul salnitro, meglio conosciuto come muffa bianca.

Salnitro o muffa bianca: cosa è?

La muffa bianca, problema che spesso si riscontra nelle pareti di casa, è composta da salnitro. Questo elemento è un sale di potassio incolore, un deposito sui muri umidi e poco ventilati. Nasce da una correlazione tra le infiltrazioni, gli elementi contenuti nelle stesse mura e ciò che l’acqua porta con sé. Le infiltrazioni d’acqua, solitamente quella trasportata dai capillari risalente dal basso, è spesso carica di ammoniaca e batteri; questi al contatto con il carbonato di potassio contenuto nelle opere e l’ossigeno dell’aria formano il nitrato di potassio. Il salnitro si presenta con forma di efflorescenze costituite da cristalli bianchi, comunemente indicata come muffa bianca, una reale minaccia che deve venire eliminata esaminando le cause che l’hanno generata ed applicando i giusti prodotti. Infatti per combattere il salnitro bisogna capire, innanzitutto, quale tipo di umidità è causa del problema, poiché solamente così di può intervenire prontamente e con efficacia. Senza eliminare l’origine, si consegnerà alla parete solamente un’apparente soluzione, avendo la certezza che entro breve tempo tornerà a formarsi il salnitro.

Come togliere il salnitro dai muri

Come specificato precedentemente, una delle principali forme di umidità che riguarda le pareti di casa è quella chiamata di risalita. L’acqua segue i capillari all’intero dei muri partendo dal basso, causando quell’effetto che genera la muffa bianca. Questo problema non affligge esclusivamente le case di campagna o quelle singole, siccome è cagionata dalle infiltrazioni nel terreno. Ovviare all’inconveniente raschiando via il salnitro non è la soluzione al problema. Per combattere questa fastidiosa formazione bianca sulle pareti, serve soprattutto capire la causa scatenante; il tipo di umidità che affligge è l’origine del problema, eliminandola si può provvedere efficacemente. Serve una diagnostica strumentale dell’umidità, con la quale si comprende da dove l’acqua proviene ed arrestandola viene meno la causa scatenante. Il secondo passo è lasciare che il muro si asciughi, il terzo è procedere con la stesura di quei particolari intonaci studiati appositamente per combattere le muffe.

Prodotti anti salnitro per i muri di casa

Comunque conviene adoperare dei prodotti antisale da inserire nei nuovi intonaci, poiché così si rendono inattivi i sali residui presenti nelle pareti, evitando che l’ammoniaca ed i batteri possano produrre il sale di potassio. Certamente rimettersi ad un esperto capace di attivarsi prontamente è questione indiscutibile, tuttavia se si possiede la conoscenza sull’origine dell’umidità, si può anche agire personalmente. Ma sempre serve seguire la corretta procedura, senza la quale la muffa bianca tornerà a manifestarsi.

Vedi anche

cappotto interno

Cappotto interno: il giusto isolamento termico per la casa

  Il cappotto interno serve a garantire il corretto isolamento termico e acustico, ed è ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *