venerdì , 21 luglio 2017
Home / Soluzioni tecniche / Stucco per legno

Stucco per legno

stucco per legnoTutto quello che c’è da sapere sullo stucco per legno.

 

 

Introduzione allo stucco per legno

Lo stucco per legno è un tipo di materiale che si presenta sotto forma di pasta cremosa, è disponoibile in confezioni da 150 grammi a 1 kilo (per applicazioni industriali ci sono anche formati più grossi). In commercio è venduto in molteplici tonalità, è possibile miscelare lo stucco con altri colori per ottenere la sfumatura desiderata. Le caratteristiche principali concernono la sua capacità di essere inodore, maneggevole e adatto per lavori anche di precisione.
Il prodotto può essere utilizzato immediatamente dopo l’acquisto, infatti non vi è la necessità di diluirlo con altri materiali.
Lo stucco per legno è solitamente utilizzato per la riparazione o il restauro di oggetti in legno, usurati dal tempo o rovinati dagli insetti, una voltà applicato il prodotto sulla parte interessata è possibile anche riverniciarla.
Esso può essere inoltre utilizzato sia per lavori in ambienti interni sia per lavori esterni, in paritolare su balconi, porte, mobili e anche infissi.

Principali differenze con lo stucco tradizionale.

La prima differenza riscontrabile è che lo stucco per legno è personalizzabile, è disponibilie in tanti colori e miscelato con altri potremo ottenere la tonalità preferita; è più facile da utilizzare e certamente più versatile rispetto ad uno stucco da muro; è esteticamente più bello date le sue origini decorative; è inattaccabile da parte dei microorganismi; è più adatto per lavori di precisione e quindi di piccola entità; ha discrete proprietà adesive; buone proprietà di durata nel tempo rispetto ad uno stucco tradizionale.
Prima di comprare lo stucco da legno è consigliabile portare con se l’oggetto da restaurare o riparare, scegliere bene il colore e virare su quei prodotti conosciuti in quanto la resa sarà senz’altro migliore.
Una volta applicato attendere che si asciughi, in media ci vogliono tre ore dall’intervento.

Come si stucca il legno?

Una delle applicazioni più frequenti dello stucco per legno è la riparazione (in alcuni casi ricostruzione vera e propria) delle persiane.Queste tendono a rovinarsi con molta facilità perchè molto esposte alle intemperie.
Rimuovere meccanicamente le parti sfaldate della persiana, appena terminato procedere con la levigatura (meglio se con levigatrice elettrica), a questo punto dobbiamo intervenire con lo stucco per legno, un consiglio importantissimo è quello di rimuovere nei minimi dettagli la polvere che si è formata dopo la carteggiatura, potrebbe compromettere l’aderenza dello stucco sulla persiana, se siamo in una giornata molto soleggiata potremmo addirittura decidere di lavare la parte levigata.
Dopo questo lavoro di pulizia (asciugatura), prendiamo il nostro stucco (diamo per scontato che sia in pasta) apriamo il barattoletto (se si avverte un odore di solvente è importantissimo non lasciare il barattolo aperto, in quanto il prodotto evapora molto rapidamente e lo stucco si rovina in pochissimo tempo) aiutandoci con delle spatoline (meglio se in acciaio inox) ed applichiamolo sulla persiana facendo in modo che le zone rovinate vengano riempite, questo tipo di stucco in generale non risente del fenomeno del “ritiro”, ma potrebbe essere opportuno effettuare più di una applicazione. Ad essiccatura completata procedere nuovamente con la levigatura in modo da rimuover eccessi di prodotto e in modo tale da rendere omogenea e compatta la superficie trattata.
Un consiglio fondamentale che vi diamo e di non lasciare troppo residuo di prodotto in fare di stuccatura in quanto questa tipologia di stucco è molto resistente e di conseguenza è molto difficile da asportare meccanicamente, a differenza di quella che può essere una normale rasatura di una parete interna.
A questo punto se lo stocco utilizzato non è già in tinta con il resto della persiana possiamo procedere con la verniciatura della stessa, senza avere accorgimenti particolari sulla zona dove abbiamo utilizzato lo stucco per legno.

Riempire grossi buchi in legno

Nel caso si debbano riempire dei grossi buchi in legno consigliamo, di applicare anche una passata di primer per il legno, in modo tale da assicurarci un’aderenza migliore sulla superficie da trattare, inoltre consigliamo di effettuare un’applicazione a strati in modo tale da non creare un’unico blocco di stucco e quindi ridurre il rischio di distacco. Nel caso di grosse riparazioni inoltre potremmo consigliare un prodotto bicomponenete neutro (da verniciare in seguito) molto aggressivo ad esempio il sintolit legno.

Stuccare legno esterno? ci sono differenze?

Assolutamente nessuna differenza, quando si tratta di stuccare il legno (usando un buon prodotto) non ci sono differenze sostanziali, il prodotto essendo molto resistente va bene sia per interno che per sterno, ovviamente vi chiediamo di fare molta attenzione al prodotto scelto, mi raccomando non confondete il classico stucco con lo stucco per legno, vi possiamo garantire che sulla maggior parte degli stucchi in commercio è sempre riportata la dicitura “stucco per muro e legno” questo è anche vero ma in questo caso limitatevi ad utilizzarlo per piccolissime riparazioni e solo ed esclusivamente in interno.

Stucco per parquet, posso utilizzare lo stucco per legno?

Non ci sono particolari differenze per il parquet, torniamo a ripetere che lo stucco per legno è molto buono e resistente in molti casi è uno stucco plastico, quindi ha ottime capacita di resistenza meccanica, quindi può essere utilizzato anche su zone dove siamo in presenza di calpestio. Per quanto riguarda lo stucco per parquet non possiamo non menzionare gli stick in cera che per piccolissime riparazioni (ad esempio graffi) sono veramente pratici e e veloci.

Vedi anche

Eliminare la muffa

Come eliminare la muffa dai muri definitivamente

Non possiamo di certo nasconderlo, uno dei problemi più grossi delle abitazioni è quello della ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *