giovedì , 21 settembre 2017
Home / Soluzioni tecniche / Tetto ventilato: un’opportunità per rivoluzionare la casa

Tetto ventilato: un’opportunità per rivoluzionare la casa

Cercare di migliorare la propria abitazione è un’aspirazione di molti, ed esistono tantissimi tipi di lavori in grado di rendere la casa un luogo più accogliente, più bello ed anche più funzionale. Molte idee possono essere certamente più importanti e dispendiose rispetto ad altre, ma è anche vero che “Chi più spende, meno spende”. E mai detto fu più adatto alla realizzazione di un tetto ventilato, grande innovazione nell’edilizia domestica.

Infatti, questo tipo di tetto offre a tutti coloro che vogliano investire del tempo e del denaro, la possibilità di avere un ritorno economico continuo negli anni successivi rispetto alla sua installazione.

Ma in che modo ciò accade? E quali sono le caratteristiche del tetto ventilato?

Quest’opera, come indica il suo stesso nome, consente di rendere la copertura della propria casa diversa da quelle tradizionali. Infatti, un tetto ventilato consentirà a chi lo realizzerà di avere un sistema di isolamento e di dispersione dell’umidità senza precedenti.

L’isolamento, in particolare, viene offerto dalla presenza di un’intercapedine che viene costruita grazie all’utilizzo di materiali di diverso tipo (dal legno sino a quelli sintetici e altamente performanti) e che, essendo “piena” d’aria consentirà il mantenimento dell’ambiente sottostante a temperature costanti, sia d’inverno sia d’estate.

Un esempio classico è costituito dalle mansarde, spesso non utilizzate a causa dell’inabitabilità e degli alti costi che dovrebbero essere sostenuti per il suo condizionamento estivo e il riscaldamento invernale. Utilizzando un Tetto Ventilato sarà possibile limitare in modo significativo il ricorso a questi metodi di modifica della temperatura, semplicemente perché la copertura isolerà la casa dagli sbalzi di termici esterni.

Ma si è parlato anche di dispersione dell’umidità. Diversamente da quanto si potrebbe pensare, il tetto ventilato non è chiuso. Esso vede la presenza di un elemento, che può essere anche in questo caso di materiale diverso, grazie al quale poter mettere in pratica il continuo scambio di aria dall’ambiente esterno all’intercapedine del tetto stesso. Lo scambio di aria eviterà che l’umidità rimanga tra il tetto e la parte superiore della vostra casa, rendendo strutturalmente molto più stabile l’intera copertura.

Volendo parlare delle possibilità che vengono offerte a chi sia appassionato di bricolage e costruzioni dal possibile progetto di un tetto ventilato, è necessario specificare come sia difficile poter realizzare del tutto da soli quest’opera. Si consiglia, infatti, di affidarsi sempre ad un esperto almeno per la fase iniziale dei lavori, quella relativa alla progettazione e alla scelta dei materiali più adatti.

Un geometra, ad esempio, sarà la figura più adatta non solo in questo senso, ma anche allo scopo di consigliare i padroni di casa in merito alle possibilità di detrazione fiscale che vengono offerte a chi si occupi di realizzare opere che vanno a migliorare notevolmente la resa energetica della propria casa.

Già, perché con questo tipo di tetto si risparmierà sia sulle bollette, soprattutto quelle dell’elettricità, sia sulle dichiarazioni dei redditi. Con un’apposita rateizzazione prevista dalla finanziaria è possibile ottenere un rimborso pari al 75% del costo sostenuto per la realizzazione dell’opera.

Ecco perché sarebbe davvero da prendere in considerazione la possibilità di investire in un Tetto Ventilato per il proprio immobile.

Vedi anche

pavimento in pvc effetto legno

Pavimenti in PVC: ecco tutti i motivi per sceglierlo

Quando mi chiedono qual è il tipo di pavimento più facile da installare e mantenere, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *