mercoledì , 26 settembre 2018
Home / Soluzioni tecniche / La tecnica dell’insufflaggio: pro e contro

La tecnica dell’insufflaggio: pro e contro

Se intendete coibentare casa, non abbiate paura di dover spendere migliaia e migliaia di euro. Esistono tecniche molto convenienti e capaci di garantire comunque elevate prestazioni. Per esempio, l’insufflaggio. Ecco cosa c’è da sapere a riguardo: vantaggi, svantaggi, materiali e costi.

Insufflaggio pareti

Con il termine “insufflaggio pareti” si indica un intervento edilizio leggero, finalizzato al risparmio energetico. Rappresenta una alternativa alla classica coibentazione, apprezzata in quanto consente di risparmiare tempo e denaro. Tuttavia, può essere praticato solo in alcuni casi. Per comprendere il motivo di un tale limite è necessario sapere in che cosa consiste.

Nello specifico, l’insufflaggio delle pareti consiste nell’immissione di materiale isolante nelle intercapedini dei muri. Dunque, affinché possa essere realizzato le pareti devono avere delle intercapedini. La loro presenza è diffusa nelle costruzioni realizzate negli anni sessanta e settanta.

L’insufflaggio prevede tre fasi distinte.

  • Creazione di fori, che possono essere posizionati all’interno o all’esterno delle pareti.
  • Insufflaggio in senso stretto, ovvero l’inserimento del materiale isolante attraverso i fori precedentemente praticati.
  • Sigillatura dei fori, per evitare qualsiasi impatto estetico negativo.

Insufflaggio intercapedine

L’insufflaggio delle pareti, ovvero l’inserimento di materiale isolante nelle intercapedini, è un metodo di coibentazione spesso preferibile alla classica coibentazione. In primo luogo, perché è semplice da realizzare. Secondariamente, perché costa poco.

Tuttavia, ha un difetto: causa, sovente, la comparsa dei ponti termici, ovvero di situazioni di discontinuità. Se si utilizza l’insufflaggio, alcune porzioni di pareti risulteranno perfettamente coibentate, altre lo saranno parzialmente o non lo saranno affatto. Ciò può causare la formazione di muffe e di umidità.

Insufflaggio pareti fai da te?

Alla luce della semplicità di questa tecnica si può affermare che sì, è possibile procedere con il fai da te. Tuttavia, realizzare l’insufflaggio in prima persona non sempre è una buona idea. Anzi, è sconsigliato. Il rischio, infatti, è di creare ponti termici o, nel caso – vista la conformazione delle pareti – i ponti termici siano “inevitabili”, di crearne più del dovuto.

Dunque, è bene fare riferimento a personale esperto, a dei professionisti in grado di realizzare un insufflaggio a regola d’arte, in grado di neutralizzare o comunque attenuare questa fastidiosa dinamica.

In ogni caso, è possibile ridurre il rischio umidità garantendo ai locali un ricambio d’aria continuo e costante.

Materiali necessari

Sono numerosi i materiali che possono essere inseriti nelle intercapedini con la tecnica dell’insufflaggio. In linea di massima, però, le alternative sono quattro.

  • Schiuma poliuretanica. È il materiale più utilizzato. È un isolamento, sia termico che acustico, “mediamente” efficace ma in compenso costa pochissimo.
  • Fibra di cellulosa. È uno dei materiali migliori. Anche perché, vista la sua densità accentuata, è in grado di proteggere sia dal freddo invernale che dal calore estivo.
  • Lana di vetro. È un materiale preferito, oltre che per la sua funzione isolante, anche per la capacità di proteggere dal fuoco. La lana di vetro, infatti, è un materiale completamente ignifugo.
  • Polistirene espanso. Noto con l’acronimo “EPS”, si insuffla in “perle”. È molto utilizzato perché, oltre a isolare termicamente, vanta importanti capacità di isolamento acustico.

Quanto costa

Il prezzo dipende essenzialmente dal materiale. In genere, comunque, non si va oltre i 40,00 € al mq, manodopera compresa. Se si considera che le pareti perimetrali esposte alle intemperie mediamente misurano una settantina di metri quadrati, raramente si spende più di 3.000,00 €.

  • Insufflaggio con schiuma poliuretanica: da 15,00 € a 17,00 € al mq
  • Insufflaggio con fibra di cellulosa: da 15,00 € 20,00 € al mq
  • Insufflaggio con lana di vetro: da 22,00 € a 25,00 € al mq
  • Insufflaggio con polistirene: da 25,00 € a 35,00 € al mq

Vedi anche

Impregnante per legno

Impregnante per legno: il re dei trattamenti protettivi per esterno

È considerato il re dei trattamenti protettivi per il legno, stiamo parlando dell’impregnante. All’acqua o ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *