mercoledì , 22 novembre 2017
Home / Le nostre pillole / Calorifero in ghisa, acciaio e alluminio: quale scegliere per la vostra abitazione?

Calorifero in ghisa, acciaio e alluminio: quale scegliere per la vostra abitazione?

Siete alla ricerca di un buon calorifero? Non avete idea di come poter scegliere quello giusto? Oggi cercheremo di aiutarvi nella scelta di un buon calorifero partendo proprio dalla sua definizione. Per calorifero si intende un comune componente radiante dell’impianto di riscaldamento di locali ad uso civile. Questo importante ed interessante componente, è composto da elementi posti in serie affiancati per poter arrivare alla superficie radiante desiderata.

Questi elementi possono essere fabbricati in materiali diversi, ovvero in ghisa, acciaio, alluminio o catadiottri. Come abbiamo detto, questo componente che viene anche chiamato termosifone è un componente del sistema di riscaldamento che viene utilizzato all’interno delle abitazioni e in ambienti di medie dimensioni. Il compito del termosifone è essenzialmente uno, ovvero propagare il calore generato dall’acqua che ne scorre all’interno, la quale viene riscaldata dalla caldaia e che arriva al componente tramite un insieme di tubazioni che generalmente vengono installate sotto il pavimento.

I caloriferi vengono installati uno in ogni stanza della casa, e collegato come abbiamo appena spiegato, tramite dei tubi ad una caldaia che solitamente viene collegata ad un termostato che ne regola l’accensione e lo spegnimento in base alla temperatura desiderata. Se siete alla ricerca di un buon calorifero per la vostra abitazione, oggi cercheremo di darvi alcuni consigli sui materiali da privilegiare per ottimizzare il riscaldamento domestico.

Come abbiamo detto, i caloriferi possono essere realizzati in ghisa. Questo materiale sembra sia stato utilizzato praticamente da sempre per la realizzazione dei termosifoni per via della notevole inerzia termica. Cosa significa? Semplicemente questo, ovvero spegniamo il nostro calorifero, questo tende a propagare ancora calore per parecchio tempo. Questo è sicuramente un aspetto da non sottovalutare. D’altro canto, però, esistono dei contro nella scelta di questo calorifero, ovvero che questo richiede maggior tempo per scaldarsi.

Per quanto riguarda quelli in acciaio, questi sono stati introdotti da poco tempo sul mercato; questi pare siano a risparmio energetico e sono anche dei veri e propri elementi d’arredo. Infine quelli in alluminio è vero che si scaldano con facilità ma si raffreddano molto velocemente e non possono essere paragonati assolutamente a quelli in acciaio. Va anche sottolineato il fatto che questi caloriferi in alluminio sono molto economici e sono più facili da installare rispetto a quelli in ghisa o acciaio, per questo motivo nella maggior parte dei casi la scelta ricade su questi.

Vedi anche

tintometro

Tintometro: ecco come replicare i colori con (assoluta) precisione

Scegliere il colore per le pareti di casa è un aspetto davvero importante per dare stile ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *