lunedì , 22 Luglio 2019
Home / Design / Come verniciare le ante della cucina

Come verniciare le ante della cucina

Non ti piace più la tua cucina? Vuoi ristrutturare ma la spesa da fare è eccessiva? Allora il fai da te è la scelta giusta. Per iniziare potresti considerare la possibilità di verniciare le ante della cucina per dare ai tuoi mobili un look più glamour e al passo con i tempi. Magari quando hai acquistato la tua cucina hai scelto un prodotto di buona qualità dunque ti dispiacerebbe buttare via mobili costosi e dal materiale di buona fattura. Anche si ti rincresce cambiare tutto puoi optare per una piccola modifica che si concentri solo sulla verniciatura dalle ante. Non ti sembra un’ottima idea? In questo modo potrai avere i tuoi mobili, dare loro un tocco nuovo e non spendere tanti soldi. Andiamo a vedere allora quali possono essere le opzioni che hai a disposizione.

Dipingere i mobili della cucina usurati dal tempo, o semplicemente che non ci stanno più a genio, è un atto creativo. Quindi libera tutta la tua creatività e datti da fare per pensare a come potresti verniciare i tuoi mobili. La prima tappa è questa: pensare a cosa vogliamo e su questo punto Internet ci può essere molto utile per trovare idee carine per come verniciare le ante e spunti che magari non avevamo mai pensato di realizzare. Una volta effettuata la scelta non resta che darsi da fare. A questo punto hai bisogno della strumentazione giusta per poter verniciare i tuoi cari e vecchi mobili. Una considerazione da fare molto importante prima di iniziare il lavoro è capire lo stato e la qualità dei mobili ovvero se si tratta di legno vero allora vale la pena effettuare una restaurazione fai da te, se invece si tratta di compensato l’impresa potrebbe risultare inutile.
A questo punto fornisciti degli strumenti adeguati: carta vetrata, pennello o rullo e ovviamente la vernice.

Il lavoro inizia, ma prima di procedere al momento di verniciare pulisci per bene i mobili ed elimina possibili macchie di sporco e grasso utilizzando lo sgrassatore e una spugnetta, togli tutti gli oggetti presenti in cassettoni e pensili ed estrai i mobili che possono essere estratti affinché il lavoro ti possa risultare più semplice possibile. Lascia asciugare per bene tutto prima di procedere con la seconda fase del lavoro. Ora puoi passare oltre, utilizza la carta vetrata per levigare e rendere uniforme la superficie su cui vuoi applicare la vernice. Pulisici la polvere che hai fatto usando la carta vetrata. Se noti dei punti del legno con graffi o ammaccature puoi utilizzare asta di legno o stucco per cartongesso per rimediare rendendo la superficie di nuovo liscia. Fai asciugare bene.

Ora è arrivato il momento di passare alla fase più divertente, stendere la vernice. Puoi servirti di carta da giornale per posare i mobili. Per prima cosa stendi una mano di vernice di base facendo in modo che aderisca per bene e poi, dopo che questa si è asciugata, passa una mano della vernice che hai scelto per tinteggiare le ante dei tuo pensili, ovviamente ti occorerrà il rullo o il pennello in base alla scelta che hai fatto prima. La miglior tecnica consiste nel dipingere prima i bordi e poi tutto il resto. Procedi dall’interno verso l’esterno facendo attenzione a non vanificare il lavoro che stai effettuando e senza dimenticare le venature (mi raccomando scegli un abbigliamento adatto perché potresti sporcarti e dover buttare quello che hai indossato). A questo punto non ti resta che dipingere le ante e i cassetti sia all’interno che all’esterno. Il prossimo step consiste nell’attesa, tutta la vernice si deve asciugare. In genere ci vogliono almeno quattro ore per l’asciugatura.

Vedi anche

Arredare la stanza da bagno: consigli e soluzioni

Il bagno è uno degli ambienti più importanti della casa da sempre, ma se fino ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *