lunedì , 17 giugno 2019
Home / Design / Riverniciare porte e finestre per farle tornare come nuove

Riverniciare porte e finestre per farle tornare come nuove

Sei entrato in una casa vecchia o stai pensando di rimodernare le porte e le finestre di casa tua per farle tornare come nuove? Se sì, ci penso io a darti dei consigli utili su come effettuare dei piccoli lavori fai da te. Qui di seguito ti spiegherò come poterle riverniciare. Vediamo insieme come fare.

La preparazione

Innanzitutto devi possedere degli attrezzi adeguati per poter iniziare i lavori, ti riporto l’elenco degli attrezzi e degli utensili da usare:

  • Sverniciatore
  • Nastro di carta
  • Teli di plastica
  • Vernice per legno del colore che più ci piace
  • Tamponi di lana d’acciaio
  • Secchio per vernice
  • Spugna
  • Cavalletti
  • Pennello per i ritocchi
  • Rullo medio
  • Pennello
  • Levigatrice rotonda con i suoi dischi
  • Miscelatore, per mescolare la vernice
  • Cacciavite
  • Spatola
  • Tampone per la carta vetrata
  • Spazzola
  • Solvente
  • Primer
  • Aspirapolvere

Ora puoi procedere con il lavoro. In una stanza metti per terra il telo di plastica per proteggere il pavimento da eventuali schizzi di vernice o polveri sottili del legno e fissalo con il nastro di carta. Poi posiziona i cavalletti al centro della stanza, infine smonta le porte e le finestre e con il cacciavite togli le maniglie. Sicuramente ci sarà da rimuovere la vernice vecchia e per farlo basta passare con il pennello lo sverniciatore. Lascia agire finché non noterai che la vernice si è sollevata, ora con la spatola gratta la vernice vecchia e vedrai che andrà via. Se per caso rimane ancora qualche residuo, ripeti l’operazione. Per togliere gli ultimi residui passa il tampone di lana d’acciaio. Adesso con la spugna lava la superficie con il solvente o dell’acqua, perché deve essere completamente pulita. Lascia asciugare bene e dopo puoi passare il tampone con la carta vetro per levigare bene il legno. Pulisci con dei solventi e passa la levigatrice che luciderà la superficie, in modo che la nuova verniciatura attaccherà meglio. Con il nastro di carta andrai a proteggere i bordi dei vetri, in modo tale da non sporcarli. Passa il primer che serve per far impregnare la vernice e lascialo asciugare per almeno dodici ore, poi passa la carta vetrata tra quattrocento o seicento, più è alta la grana è più sarà fine e serve per poter levigare e lucidare finemente. Ora prepara la vernice, dagli una mescolata con il miscelatore dentro il suo barattolo, deve diventare omogenea poi versala nel secchio. Immergi il pennello dentro la vernice, ma senza esagerare a prelevarne troppa. Ora sei pronto per verniciare le finestre. Cerca di stendere la vernice in modo uniforme seguendo la venatura del legno, in modo da non creare bolle. Una temperatura nella stanza intorno ai diciotto gradi sarebbe perfetta e poi arieggiamo l’aria, senza però far correnti d’aria, altrimenti si rovina la finestra, perché si accelera l’asciugatura e si vedranno tutti i segni che hai dato con il pennello. Per le porte il procedimento è simile, cambia solo che, quando levighi, anziché passare l’acqua o il solvente con la spugna, usa un aspirapolvere che toglie i residui. Non usare il primer. Dai prima la vernice con il pennello, facendo gli spigoli, le finiture o i bordini e infine usa il rullo medio per il restante della superficie piana. Passa più volte prima in un senso poi nell’altro, cioè verticale e poi in orizzontale in modo da creare un incrocio. Lascia asciugare almeno per tutta la notte, o comunque finché toccando in un angolo non sentirai più la vernice appiccicosa.

Idee creative

Se vuoi puoi abbellire le porte o le finestre con dei decori, tipo stencil o facendoci sopra del decoupage. Così darai un tocco di eleganza e colore alla tua casa.

Vedi anche

Programmi per colorare le pareti di casa direttamente on-line

Molte volte ci capita di essere indecisi, soprattutto quando dobbiamo ridipingere le pareti della nostra ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *