mercoledì , 18 Settembre 2019
Home / Giardino / Come verniciare un cancello in ferro

Come verniciare un cancello in ferro

Con la bella stagione è tempo di pensare anche alla manutenzione esterna della casa. Non passa di certo inosservato il cancello d’ingresso, soprattutto se la vernice ormai è sbiadita oppure è presente la ruggine in ogni singola parte. Cosa c’è di più antiestetico di un cancello in ferro ormai arrugginito?

Il ferro è un materiale piuttosto resistente e durevole nel tempo, per questa ragione è fortemente utilizzato sia nell’edilizia che nell’arredamento, tuttavia presenta un punto debole, è soggetto al processo di ossidazione dovuto agli agenti esterni, quali il sole, la pioggia, il freddo.

Quando la ruggine emerge dalla vernice originale, diventa quasi d’obbligo procedere con una nuova e fresca verniciatura.

Come verniciare dunque, un cancello in ferro? Scopriamolo in questo utile articolo.

Prima di illustrare nel dettaglio le varie operazioni che si devono eseguire è doveroso dapprima porre attenzione agli errori che bisogna evitare per far si che il tutto venga svolto con correttezza.

Verniciare un cancello in ferro: gli errori da evitare

1. Improvvisarsi bianchini

Il primo errore che occorre eludere è quello di improvvisarsi imbianchini compiendo scarsi risultati. Cosa significa? È molto semplice: prima di decidere di eseguire i lavori è necessario essere muniti di tutto l’occorrente. Quindi un lavoro fatto bene inizia con la giusta programmazione.

Acquistare tutto ciò di cui si necessita: pennelli, solventi, carta vetrata, vernici e naturalmente un prodotto antiruggine non deve assolutamente mancare. Attenzione ai prodotti, devono essere di buona qualità altrimenti il risultato non durerà a lungo.

2. Mai sottovalutare il nemico numero 1 del ferro, la ruggine

Per avere un cancello in ferro splendido e di buon aspetto per lungo tempo, prima di passare la vernice è doveroso utilizzare un prodotto antiruggine. Per acquistare il migliore chiedere all’addetto ai lavori e di sicuro il risultato sarà più che soddisfacente.

3. Attenzione alle temperature

Un altro errore che è bene evitare è quello di pitturare il cancello quando le temperature sono troppo rigide oppure è prevista pioggia. Il consiglio in questo caso è quello di controllare le previsioni meteo prima dell’inizio dei lavori.

La temperatura ideale deve aggirarsi intorno ai 20-22°C.

4. L’utilizzo di acquaragia è necessaria

Uno degli errori che spesso viene fatto è quello di passare immediatamente alla pittura dopo aver eliminato ogni sorta di incrostazione dal cancello. Tuttavia è doveroso passare prima l’acquaragia su tutto il cancello, poi il prodotto antiruggine e infine la vernice.

È vero che il tempo che occorrerà per eseguire le suddette operazioni non sarà poco, ma ne varrà la pena, perché il risultato sarà duraturo nel tempo.

5. La sicurezza al primo posto

Chi non ha dimestichezza o esperienza alle spalle, spesso sottovaluta l’importanza della sicurezza. Per preservare la propria salute è necessario utilizzare guanti e mascherine in modo tale che gli schizzi di vernice non colpiscano gli occhi o le sostanze nocive vengano esalate, soprattutto se si soffre di asma.

E ora passiamo alla guida vera e propria in merito a come verniciare correttamente il cancello in ferro.

Verniciare il cancello in ferro: passo per passo

1. Iniziare con una pulitura

Prima di procedere con i trattamenti occorre eseguire una pulitura del cancello. Eliminare la ruggine e la vernice scrostata è il primo passo da compiere. Per eseguire questa operazione si possono scegliere due opzioni: prodotti chimici oppure la levigatrice.

In commercio sono presenti tantissimi prodotti chimici e scegliere quello che fa al proprio caso non è assolutamente semplice perché sono diversi i fattori che bisogna considerare. Tuttavia per non incorrere in qualche errore chiedere ad un addetto ai lavori. Non tutti i prodotti sono compatibili tra di loro e per non creare delle reazioni chimiche pericolose bisogna rivolgersi a chi di competenza.

Se non si desidera utilizzare alcun prodotto chimico si può optare per la levigatrice. Oltre ad ottenere un buon risparmio economico permette di portare alla luce il metallo ben pulito.

2. Verniciare

Prima di arrivare alla parte più divertente, ovvero verniciare occorre dare una mano aggiuntiva di prodotti antiruggine specifici per metalli da esterno. Anche l’utilizzo di acquaragia prima dell’impiego del prodotto antiruggine è fondamentale.

Utilizzando questi due piccoli accorgimenti, sicuramente il problema della ruggine non si riformerà per lungo tempo.

A questo punto è possibile passare alla pittura del cancello. Scegliere lo smalto per esterni non è facile perché ce ne sono tanti in commercio, tuttavia bisogna tenere presente sempre la qualità dello stesso. Non scegliere prodotti economici o sottomarche, piuttosto prediligerne uno che consente di ottenere una maggiore durata nel tempo.

Per pitturare il cancello si può utilizzare un pennello, un rullo oppure un compressore. La scelta del metodo di applicazione dipende dal tipo di risultato che si vuole ottenere.

Se si vuole creare un effetto a buccia d’arancia allora il consiglio in questo caso è quello di utilizzare un rullo, se invece si vuole conferire un effetto uniforme ma sottile allora il compressore rappresenta la migliore scelta. La cosa importante è coprire per bene tutto il metallo del cancello.

Il consiglio è quello di passare due mani di colore.

Vedi anche

Costruire una serra: come realizzare un riparo per le tue piante

L’estate pian piano ci sta abbandonando e si sa, molte piante e fiori ,senza la ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *