martedì , 21 maggio 2019
Home / Giardino / Pacciamatura come si fa ed a cosa serve.

Pacciamatura come si fa ed a cosa serve.

ll pacciame è un materiale che può essere di natura organica ed inorganica e va deposto sulla superficie del suolo come copertura. In genere nella pratica del giardinaggio viene usato per trattenere l’umidità nel terreno, sopprimere le erbe infestanti e rendere il letto del giardino più attraente. I pacciami organici sono ideali in quanto contribuiscono anche a migliorare la fertilità del suolo decomponendosi. In riferimento a ciò, vediamo insieme come fare per eseguire la pacciamatura nelle varie zone del tuo giardino.

Per quale tipo di pacciame conviene optare?

Il pacciame organico è dunque il migliore poiché si decompone consentendo al suolo di diventare più fertile arricchendosi quindi di humus. Ovviamente una volta che lo avrai steso sul terreno del tuo giardino, dovrai sostituirlo proprio a seguito dalla sua decomposizione. Se invece usi un tipo di pacciame più legnoso il processo sarà più lento, e minore risulterà il numero di sostanze nutritive che darà al suolo. Premesso ciò, devi sapere che conoscere l’origine del concime, del compost e della paglia che utilizzerai è importante poiché questi materiali possono contenere dei semi di piante infestanti, e ciò non sarebbe ideale per il tuo giardino nel caso avvenga la germinazione che tra l’altro ti costringerà anche ad eseguire un lavoro aggiuntivo e faticoso.

Come eseguire una corretta pacciamatura?

La pacciamatura ricavata dalla corteccia degli alberi la puoi utilizzare al meglio proprio intorno agli arbusti, ai cespugli e nelle aiuole del giardino, dove non dovrai scavare molto bensì adagiare la suddetta corteccia creando una sorta di copertura totale del suolo. Questi pacciami legnosi tuttavia non si confondono bene con il terreno, e quindi possono diventare un problema dovendoli spostare per far posto ad eventuali nuove piante. Tuttavia, va sottolineato che dureranno più a lungo rispetto ai pacciami organici, poiché la decomposizione avviene lentamente. Se il suolo del tuo giardino è perfettamente pulito e magari nuovo, quindi hai la certezza che non ci siano semi di erbacce infestanti pronti a germogliare, puoi anche optare per un compost. Si tratta infatti di una miscela di terriccio fresco arricchito con della torba sminuzzata che ti potrà ritornare utile anche per garantire al suolo un maggior drenaggio.

Cosa devi fare prima della pacciamatura?

Prima di procedere alla pacciamatura del suolo da coltivare, dovresti usare un tosaerba e lasciare i ritagli sul prato per aggiungere fertilità al terreno. Se li impacchi, non gettarli via a meno che tu non abbia usato l’erbicida. Infatti ti potranno ritornare utili per pacciamare le aree aperte e non piantate. Detto ciò, se il suolo da trattare intendi renderlo maggiormente drenato, puoi utilizzare anche uno strato di foglie secche prima di ricoprirlo con il suddetto compost o con altre sostanze organiche. In riferimento sempre ai vari tipi di pacciame che possono ritornarti utili per ottimizzare il drenaggio del suolo, qui di seguito ne troverai altri due particolarmente funzionali.

Come ottimizzare la pacciamatura del tuo giardino?

I fogli di giornale come pacciamatura stanno diventando sempre più popolari. Se infatti lo stendi sul terreno a strati, devi sapere che tale condizione ha la capacità di trattenere l’umidità e consente alla carta di agire come altri pacciami organici per sopprimere le erbacce e controllare le temperature del suolo. Inoltre devi sapere che i fogli di giornale sono anche ottimi per soffocare l’erba esistente, e per far ripartire un nuovo letto da giardino. Infine dopo aver eseguito una delle pacciamature descritte se il periodo è quello molto piovoso, per evitare che la tracimazione e gli allagamenti causati dalle piogge abbondanti possano spazzarla via, puoi optare per della ghiaia. Quest’ultima è pesante e funziona molto bene specie in aree del tuo giardino che richiedono un drenaggio migliore o in letti di terreno dove vuoi coltivare piante che amano un pò di calore aggiuntivo.

Vedi anche

Come scegliere la compostiera. Da giardino da balcone o domestica?

A volte, molti potrebbero sottovalutare il valore di una compostiera. Anzi, spesso il più delle volte ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *