mercoledì , 26 settembre 2018
Home / Soluzioni tecniche / Insonorizzazione della casa: dalle pareti al pavimento

Insonorizzazione della casa: dalle pareti al pavimento

L’insonorizzazione della casa non è un vezzo ma, a determinate condizioni, una necessità che non puoi evitare. Per esempio, è altamente consigliato “coibentare acusticamente” una abitazione (questo il termine tecnico) se vivi in una zona particolarmente rumorosa. L’isolamento acustico è necessario anche per il motivo opposto, ovvero quando sei tu a produrre il rumore.

Come insonorizzare una stanza: i migliori materiali fonoisolanti

Stando al senso comune, se un materiale è capace di isolare acusticamente, lo è sempre e comunque, a prescindere dalla sua applicazione. Ciò è falso o, per meglio dire, a elementi diversi devono corrispondere materiali fonoisolanti diversi. Dunque, esiste una soluzione adatta per le pareti, una soluzione adatta per il soffitto e via discorrendo. Ecco una panoramica esaustiva a tal proposito.

Soffitto

In questo caso, dovresti optare per i materiali vegetali quali il sughero, il linoleum, la canapa, la juta e la fibra di cocco. Questi materiali sono efficaci nella schermatura dei suoni ad alta frequenza, come può essere appunto il calpestio. Dunque, se abiti a un piano inferiore e sopra di te vive altra gente, prendi in considerazione questi materiali.

Pavimento

Valgono le stesse dinamiche del soffitto. E’ il calpestio la fonte di rumore da sopprimere, dunque vanno utilizzati i materiali vegetali. Va specificato, però, che nel caso del pavimento l’isolamento è efficace per impedire che il rumore si propaghi verso l’esterno, e non per schermare dai suoni che provengono dall’esterno.

Parete

Se la parete è esterna, il materiale da preferire è il poliuretano, molto utilizzato per i sistemi a cappotto. Se la parete è interna, o confinante con un altro appartamento, l’ideale è rappresentato dalla lana di roccia (o di vetro), che tra le altre cose è anche ignifugo. Tra le altre cose, le varie lane sono molto facili da posare, dunque potresti pensare a un approccio fai da te.

Porte

Va detto che alcuni serramenti sono dotati di una naturale capacità fonoisolante, per esempio quelli in legno. Tuttavia, se vuoi abbattere definitivamente l’impatto acustico, dovresti mettere mano alla porta. In questo caso, una soluzione efficace e dall’impatto estetico gradevole è rappresentata dal pannello poliuretanico. Sono efficaci anche la schiuma poliuretanica, la lana di vetro e le gomme ad alta densità.

Quanto costa insonorizzare una parete?

I prezzi variano ovviamente in base alla grandezza del locale da insonorizzare e dal tipo di materiale scelto. Dunque, se si intende offrire una panoramica occorre in primo luogo considerare non la spesa complessiva bensì quella al metro quadro. Secondariamente, è necessario distinguere tra i vari materiali. In linea di massima, però, si può affermare che  insonorizzare una casa nel suo complesso costa dai 40,00 € ai 120,00 € al mq; e che i materiali più economici sono quelli minerali, ovvero la lana di roccia, di vetro etc.

  • Insonorizzazione di una casa: da 40,00 € a 120,00 € al mq.
  • Insonorizzazione con materiali vegetali: da 60,00 € a 120,00 € al mq.
  • Insonorizzazione con materiali sintetici: da 40,00 € a 80,00 € al mq.
  • Insonorizzazione con materiali minerali: da 40,00 € a 60,00 € al mq.

Vedi anche

Impregnante per legno

Impregnante per legno: il re dei trattamenti protettivi per esterno

È considerato il re dei trattamenti protettivi per il legno, stiamo parlando dell’impregnante. All’acqua o ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *