martedì , 20 novembre 2018
Home / Soluzioni tecniche / Come lucidare il marmo opacizzato e rovinato
marmo

Come lucidare il marmo opacizzato e rovinato

Il marmo rappresenta senza dubbio uno dei materiali più apprezzati all’interno delle abitazioni. Esso infatti viene molto spesso utilizzato sia per il pavimento che per il mobilio della casa poiché conferisce immediatamente un aspetto elegante e raffinato. Il marmo inoltre è anche largamente apprezzato per il suo aspetto lucente e brillante perché regala luminosità ad ogni ambiente. Tuttavia questo materiale così pregiato tende a rovinarsi con il passare del tempo e a perdere la sua naturale lucentezza diventando opaco. È proprio per tale ragione che esso rappresenta uno dei materiali più difficili da utilizzare dal momento che necessita di una manutenzione attenta e costante.

Nella maggior parte dei casi ad opacizzarsi sono le superfici della casa che tendono ad essere più utilizzate come ad esempio il bagno e la cucina. Il marmo infatti è un materiale poroso che assorbe tantissime sostanze oleose e grasse ed è anche un acerrimo nemico dell’acqua, la quale velocizza il processo di opacizzazione. Anche le macchie sul marmo sono davvero difficili da rimuovere e molto spesso danneggiano inesorabilmente la superficie. Tuttavia, se il tuo marmo si è rovinato, devi sapere che esistono alcuni metodi più o meno efficaci che possono riportare il marmo alla sua naturale lucentezza ed eliminare eventuali macchie presenti. Naturalmente devi tenere i considerazione che esistono diverse tipologie di marmo, pertanto non c’è una sola soluzione adatta per ogni superficie.

La prima cosa che devi fare se vuoi preservare la bellezza del tuo marmo è senza dubbio prestare molta attenzione ad alcune sostanze particolarmente coloranti come ad esempio vino, caffè, curcuma, curry, succhi di frutta e alimenti molto zuccherati. Presta anche particolare attenzione a non eccedere con il detergente per pulire, soprattutto se è molto aggressivo e sgrassante. Se però la macchia è ormai già presente sulla superficie, puoi provare dei rimedi estremamente utili per poterla eliminare. Vediamo dunque quali sono i metodi più efficaci che fanno al caso tuo. Prima di cominciare con il trattamento però ricorda sempre di provare a smacchiare una piccola zona poco visibile per evitare che il prodotto utilizzato possa danneggiare il marmo. In ogni caso parti sempre dal metodo meno invasivo e se non funziona puoi poi passare ad uno più adatto. Se la macchia sul marmo è stata appena fatta, puoi cercare di tamponare la situazione utilizzando un panno umido da passare delicatamente sulla superficie. Se infatti il marmo non ha ancora assorbito la sostanza questa soluzione potrebbe bastare. Prendi un panno morbido e bagnalo con dell’acqua calda, poi passalo sulla macchia: non sfregare troppo energicamente altrimenti il marmo si potrebbe graffiare. Ultimata questa operazione non dimenticare di asciugare la zona: come già accennato, l’acqua è una grande nemica del marmo perciò è importante non lasciarla evaporare per evitare l’opacizzazione. Nel caso in cui tu abbia bisogno di una soluzione più efficace per smacchiare o lucidare la superficie dovrai adoperare l’acqua ossigenata, ossia una soluzione a base di acqua e ossigeno. Quest’ultima possiede un forte potere smacchiante e sbiancante ed è per questo che è particolarmente consigliata per il marmo. Essa inoltre è anche di facile reperibilità: puoi infatti trovarla in qualsiasi supermercato o negozio di articoli per la casa. Per utilizzarla basta munirsi di un panno umido e bagnarlo con una piccola quantità di acqua ossigenata: essa riuscirà ad eliminare lo sporco presente sulla superficie in modo semplice e veloce ma soprattutto senza danneggiare il tuo marmo. L’acqua ossigenata è un metodo particolarmente indicato per pulire il marmo bianco, di solito più pregiato e delicato perché soggetto ad ingiallimento nel corso del tempo. Se invece hai un marmo di colore scuro puoi usare dell’aceto bianco. Riempi con abbondante acqua tiepida un secchio e versa all’interno un cucchiaio di aceto bianco. A questo punto prendi un panno morbido oppure una spugna e immergila nel secchio, dopodiché passala sulla parte interessata. Quando le macchie saranno sparite sciacqua con abbondante acqua e poi asciuga con un panno.

Quando lucidare a mano con il fai da te e quando chiamare una ditta specializzata?

Anche se il fai da te rappresenta sicuramente una soluzione pratica e semplice per lucidare il marmo, bisogna tenere in considerazione che essa molto spesso potrebbe rivelarsi inefficace. Ci sono infatti delle macchie particolarmente difficili da trattare oppure l’opacizzazione è ormai avvenuta da troppi anni e i metodi fai da te non possono essere validi. In questi casi quindi è preferibile affidarsi ad una ditta specializzata che si occuperà di lucidare adeguatamente il tuo marmo riportandolo al vecchio splendore. Di solito tali ditte vengono chiamate anche per eliminare eventuali graffi o segni di usura, impossibili da rimuovere manualmente. Generalmente le aziende professioniste trattano il marmo con un processo che comprende differenti fasi. Innanzitutto viene effettuato un profondo lavaggio mediante specifici prodotti e dell’acqua bollente, dopodiché si passa alla stuccatura del marmo che serve a riparare i danneggiamenti più evidenti. In seguito si passa alla livellatura che serve a rendere la superficie omogenea e poi alla levigatura effettuata mediante specifiche macchine lucidatrici. Queste ultime sono dotate di dischi rotanti che eseguono il lavoro in maniera impeccabile su qualsiasi superficie. L’ultima operazione invece è quella della lucidatura. Anch’essa viene effettuata attraverso degli appositi macchinari chiamati lucidatrici che eliminano lo strato opaco formatosi sul marmo e ridonano lucentezza. Naturalmente questo tipo di operazione richiede un costo più elevato rispetto invece alle soluzioni fai da te, pertanto valuta con attenzione il tuo marmo e cerca di capire se è il caso di affidarsi ad una ditta specializzata. Se non sei molto esperto potresti provare con delle soluzioni fai da te semplici: nel caso in cui esse dovessero rivelarsi inutili allora è meglio affidarti ad un professionista.

Come lucidare il marmo senza lucidatrice con prodotti naturali

Se invece le macchie sul tuo marmo possono essere debellate anche con il fai da te, puoi provare dei prodotti naturali che possono riportarlo alla sua bellezza iniziale. Un primo prodotto che puoi adoperare è senz’altro il sapone di Marsiglia. Quest’ultimo infatti è un detergente molto delicato, perfetto per il tuo scopo. Procurati una spugna morbida e bagnala sotto il getto dell’acqua tiepida. A questo punto metti una piccola dose di sapone di Marsiglia e passa la spugna sulla superficie da trattare. Procedi con movimenti circolari ma fai attenzione a non grattare altrimenti potrebbero crearsi abrasioni. Di tanto in tanto sciacqua la spugna con l’acqua tiepida e quando la macchia sarà stata eliminata assicurati che la superficie sia completamente asciutta. Un altro metodo efficace per lucidare il marmo consiste nell’usare delle cere naturali, le quali però sono più difficili da reperire.

Un’alternativa potrebbe invece essere rappresentata dalla pietra pomice oppure un mix formato da polveri come soda, creta o pomice. Queste ultime si rivelano essere tra i rimedi più validi per eliminare le macchie ostinate.

Un rimedio della nonna è invece costituito dalla cenere. Essa, usata sin dai tempi antichi, è infatti davvero ottima per tutte le superfici marmoree. Il suo utilizzo è molto semplice: tutto quello che devi fare consiste nel prendere una spugnetta bagnata a cui aggiungere una piccola quantità di sapone. Ricorda sempre che esso non deve essere troppo aggressivo altrimenti andrai a rovinare il marmo irrimediabilmente. Dopo aver aggiunto il sapone disponi sulla spugna anche un’abbondante quantità di cenere. Dopodiché passa la spugna su tutta la zona interessata, insistendo sulle macchie più difficili.

Un’altra soluzione molto facile consiste nell’adoperare una comune spugnetta di metallo, quella utilizzata per rimuovere le incrostazioni dalle pentole. Il metallo infatti è un materiale che si sposa bene con il marmo perché riesce a togliere lo sporco e l’unto senza la necessità di dover utilizzare un altro prodotto. Utilizza quindi la spugnetta in modo naturale sulla superficie fino a quando non la vedrai ben pulita e lucente.

Nel caso in cui il marmo sia stato macchiato con un prodotto molto difficile da eliminare (come ad esempio la colla oppure l’olio) puoi fare affidamento sull’alcol denaturato che risolverà il tuo problema in poco tempo. Se sono presenti macchie gialle invece (a causa della curcuma o del curry ad esempio) opta per alcune gocce di limone ma fai attenzione a non esagerare con le quantità poiché potresti ottenere l’effetto contrario.

Un altro modo per avere il marmo ben lucido e brillante consiste nell’effettuare un vero e proprio trattamento di bellezza fai da te. Questo metodo può essere fatto tranquillamente a casa tua senza il bisogno di doverti recare da un esperto. L’operazione infatti è piuttosto semplice e veloce e può essere effettuata anche dai meno esperti. Oltre a ciò si tratta di un trattamento anche piuttosto economico poiché non necessita di particolari prodotti specifici. Per iniziare il trattamento devi per prima cosa creare una specie di maschera di bellezza per il tuo marmo: essa sarà in grado di ridonargli splendore in pochissimo tempo. Procurati una certa quantità di gesso (la dose dipende dalla superficie del marmo che vuoi andare a trattare) e bagnala con l’acqua. Assicurati che si formi una sorta di crema che non deve essere troppo densa poiché successivamente dovrà essere spalmata sulla superficie marmorea. A questo punto prendi una spugna di medie dimensioni e utilizzala per strofinare il composto ottenuto su tutto il marmo. Dopodiché lascia la miscela in posa per almeno trenta minuti o fino a quando il gesso non si sarà completamente asciugato. Fatto ciò non ti resta altro che spolverare tutta la superficie di marmo in maniera tale da eliminare il gesso in eccesso. In ultimo non dimenticare di pulire bene utilizzando del semplice sapone di Marsiglia e risciacquando con abbondante acqua.

Quando avrai terminato ogni operazione potrai notare immediatamente la differenza: il tuo marmo avrà acquisito nuovamente la brillantezza, la lucentezza e la vivacità di un tempo.

Vedi anche

lappatura

Lappatura: cosa è e come farla

Spesso si è sentito parlare dell’operazione di lappatura, ma difficilmente viene spiegato in cosa consiste ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *