domenica , 31 Maggio 2020

La vernice antiscivolo che rende il pavimento sicuro

Quando nell’ambito di una ristrutturazione o di una nuova costruzione edile sia necessario rendere un pavimento meno sdrucciolevole e più sicuro – adatto allo svolgimento di attività diverse – la cosa migliore da fare sarà rivolgersi ad alcune tipologie speciali di vernici. Si tratta di materiali che possono essere sia trasparenti che colorati, il cui obiettivo dichiarato è quello di apportare un surplus di sicurezza all’ambiente di riferimento. Queste soluzioni risultano particolarmente interessanti ogni volta in cui ci si trovi di fronte a un pavimento potenzialmente pericoloso, che possa provocare degli incidenti. L’impiego di simili prodotti potrà rendere questa stessa superficie più morbida, attraverso un accorgimento tecnico: verrà creato cioè più attrito per agevolare la camminata, in modo da scongiurare il rischio di caduta per le persone. Le vernici antiscivolo sono pratiche e perfette per una vasta gamma di situazioni, dal pavimento domestico passando per le superfici di uffici, palestre, locali e alberghi. Ogni volta in cui si renda necessario risolvere il problema del pavimento sdrucciolevole queste pitture saranno la scelta migliore (ad esempio in piscine, edifici scolastici, centri benessere ma anche in relazione a gradini e rampe esterne).

Le cose da sapere prima di procedere con l’applicazione

E’ chiaro però che occorre conoscere e tenere presenti alcuni aspetti specifici, prima di decidere di utilizzare questi prodotti per la messa in sicurezza dei diversi ambienti. Innanzitutto, una volta completata la posa di una vernice antiscivolo la sua eventuale rimozione risulterebbe altamente complessa: questo potrebbe rappresentare un problema, nel caso in cui il risultato finale non dovesse riuscire a soddisfare le aspettative. C’è poi da dire che su determinati materiali questa pittura non andrebbe applicata, in primis la ceramica poiché non c’è un buon rapporto di aderenza e – con il tempo – la vernice stessa potrebbe rompersi o saltare (rendendo il pavimento ancor più pericoloso). Marmo e cotto sono altri materiali in rapporto ai quali la scelta di applicare questo prodotto potrebbe dare scarsi risultati. Sarà utile anche precisare che la pittura antiscivolo va a limitare l’evaporazione dell’umidità: ciò, in determinate situazioni, può creare un disagio. Insomma, la fase di progettazione è davvero cruciale e non bisogna procedere per tentativi: una volta applicata questa vernice – come abbiamo sottolineato – i ripensamenti sono infatti estremamente difficili, se non addirittura impossibili.

Quando è più corretto fare questa scelta

In relazione agli ambienti interni, con l’eccezione dei pavimenti realizzati in ceramica che risultano inadatti allo scopo, la scelta di vernici antiscivolo è spesso la soluzione migliore. Naturalmente sarà necessario calibrare il prodotto con la specifica superficie, infatti è possibile trovare in vendita un’ampia scelta di prodotti diversi. Sono da ricordare le vernici antiscivolo per aree di lavoro marino, garage e passaggi pedonali, ma anche quelle da applicare su pavimenti in legno (in particolare il riferimento è ai gradini in parquet) e cemento, in grado di prevenire la formazione di scintille e proteggere la camminata. La regola d’oro? La superficie deve assicurare sempre un contatto ottimale con la pianta del piede. Questi prodotti sono perfetti per l’applicazione anche su diversi altri materiali, come ad esempio pietra e acciaio (specie in relazione ad aree con ‘traffico intenso’).

Vedi anche

Pittura pareti ecologica, perché tutti dovremmo utilizzarla nelle nostre case

Lo sapevate che le vernici rappresentano una delle principali fonti di inquinamento presente nelle nostre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *