domenica , 17 Novembre 2019
Home / Vernici / Pitture ecologiche: cosa sono, prezzi e come usarle

Pitture ecologiche: cosa sono, prezzi e come usarle

Le vernici ecologiche rappresentano una scelta efficiente, per tinteggiare le pareti senza utilizzare prodotti di sintesi. Queste pitture naturali non rilasciano COV, Composti Organici Volatili, sostanze nocive per chi le maneggia ma anche per chi vive all’interno dell’ambiente, sono biodegradabili e offrono una resa adeguata, sebbene abbiano un costo più elevato rispetto alle tinte classiche. Vediamo cosa sono le pitture ecologiche, quali vantaggi assicurano e quale prodotto scegliere per rinnovare gli interni della propria abitazione.

Cosa sono le pitture ecologiche e naturali

Quando bisogna tinteggiare le pareti della casa non è necessario scegliere per forza una vernice tradizionale, ma è possibile optare per una pittura ecologica e naturale. Si tratta di prodotti privi di sostanze chimiche di sintesi, metalli pesanti e clorurati, nella cui composizione non sono impiegate materie prime di origine artificiale. La scelta di una tinta a basso impatto ambientale permette di maneggiare la mistura con maggiore spensieratezza, poiché anche il contatto con la pelle e la respirazione dei vapori non comportano nessun rischio per la salute.

La svolta green degli ultimi ha cambiato profondamente tutti i settori produttivi, con la nascita di nicchie come la bioedilizia, con cui si tende a impiegare prodotti naturali e soluzioni tecniche che rispettano l’ambiente domestico e quello esterno. Le vernici ecologiche sono realizzate a partire da materie prime di origine vegetale, utilizzando misture di solventi naturali, leganti bio e pigmenti minerali non chimici. Ad esempio in queste soluzioni per la tinteggiatura delle pareti si possono trovare polveri di grano, uova, latte, calce, idrocarburi naturali, acqua e amido, oppure a base di colle animali o vegetali.

Pro e contro delle vernici ecologiche

Considerando una casa di dimensioni medie, all’incirca sui 100 mq, ciò significa che quando bisogna rinnovare la tinta dei muri è necessario intervenire su una superficie di 300 mq, metro più metro meno. Per terminare la ristrutturazione servono dunque circa mille litri di pittura, tenendo conto un consumo medio di 0,3-0,4 litri per metro quadrato per ogni mano da stendere. Ogni applicazione in più aumenta tale valore, perciò come si può vedere serve realmente molta vernice per imbiancare le pareti di un’abitazione.

Per questo motivo, invece di riempire gli ambienti di sostanze tossiche è possibile scegliere una pittura ecologica 100% green. Il vantaggio principale consiste nell’origine naturale del prodotto, un aspetto da non sottovalutare soprattutto con dei bambini piccoli in famiglia. Inoltre queste vernici non emanano cattivi odori, non c’è bisogno di arieggiare i locali dopo l’applicazione, rispettano l’ambiente e in più offrono la stessa resa dei corrispettivi artificiali, senza creare rifiuti da smaltire in appositi centri specializzati.

Allo stesso tempo le pitture biologiche non sono esenti da svantaggi. La nota dolente è sicuramente il prezzo, in media dal 10 al 30% più alto rispetto alle tinte tradizionali presenti in commercio, perciò bisogna considerare una spesa leggermente più elevata per l’acquisto dei prodotti. Al contrario garantiscono una traspirazione eccellente, sono biodegradabili, resistenti a muffe e umidità, richiedendo una manutenzione minima nel corso degli anni. Ovviamente non sono in grado di fare miracoli, perciò fatta eccezione dei benefici ambientali possiamo affermare senza dubbio che le prestazioni sono identiche alle classiche vernici industriali.

Come riconoscere le vernici ecologiche

Come ogni altro prodotto biologico e naturale, anche le pitture ecologiche si possono riconoscere facilmente, grazie alla presenza di apposite certificazioni. Una delle sigle più famose in questo settore è Ecolabel, un marchio europeo nato nel 1992 che consente di identificare prodotti OGM Free, BIO e naturali, come appunto le vernici ecologiche. Anche in Italia non mancano le certificazioni, dunque basta leggere attentamente le etichette e cercare i marchi di qualità, oppure rivolgersi a un esperto di fiducia per ricevere qualche consiglio utile.

Pitture ecologiche per interni e pareti: quale scegliere?

Nel nostro Paese esistono diverse aziende specializzate nella vendita di vernici naturali, tra cui quelle più importanti sono Solas, Progetto Bio, ECOS e Durga, soltanto per citarne alcune. Quasi tutte permettono di acquistare online i loro composti ecologici, scegliendo tra un’ampia varietà di tinte per superfici interne, legno, strutture metalliche e da esterno. Si possono trovare pitture antimuffa, fondi isolanti, vernici antimacchia, leganti vegetali e primer idrosmalti ecologici.

Per scegliere quella giusta bisogna valutare alcuni aspetti, tra cui:

  • prezzo
  • resa
  • qualità
  • funzionalità
  • tipo di applicazione

Innanzitutto è fondamentale optare per un prodotto certificato di alta qualità, in grado di garantire il rispetto delle origini naturali delle materie prime. Non da meno è il rapporto qualità-prezzo, analizzando il costo della vernice in base alla resa dichiarata dal produttore, un dato importante per calcolare la spesa da sostenere per tinteggiare le pareti. Dopodiché è necessario dare un’occhiata alle funzionalità specifiche della vernice (antimuffa, brillante, antiumidità, termoisolante), a seconda dell’ambiente in cui andrà applicata e alle proprie esigenze personali.

Sikkens Cetol BL unitop 1,000 L
  • UNKWN
  • Tools & Home Improvement

Prezzi delle pitture ecologiche

In media il prezzo delle vernici ecologiche è da 10 al 30% più elevato rispetto ai prodotti tradizionali, tuttavia dipende sempre dalla qualità del composto, dalla marca e dal tipo di miscela. Per farsi un’idea riportiamo alcuni esempi, un modo utile per capire il reale costo di una tinta atossica di alta qualità. Un ottimo prodotto è la pittura decorativa naturale Oikos, disponibile con prezzi compresi tra 25 e 50 euro al litro, vernici inodore e realizzate con resine 100% naturali ed ecocompatibili.

Nella stessa fascia di prezzo di posizionano le pitture ecologiche per interni di altri marchi come Sikkens, Solas e Durga. Per acquistare una vernice naturale è possibile rivolgersi presso un negozio specializzato, visitare gli store online delle aziende produttrici, oppure comprare le tinte biologiche nelle piattaforme e-commerce più rinomate, valutando sempre con attenzione le etichette e controllando le certificazioni.

Vedi anche

Pittura a tempera per muri: usi, vantaggi e prezzi

La pittura a tempera è una scelta economica per la verniciatura degli ambienti interni, una ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *