mercoledì , 20 settembre 2017
Home / Soluzioni tecniche / Pitturare con il rullo

Pitturare con il rullo

Vi state chiedendo il motivo per il quale abbiamo voluto scrivere un articolo su “come pitturare con il rullo?” o meglio il motivo che ci porta a scegliere il rullo piuttosto che il pennelo, beh…il motivo è molto semplice, crediamo che spesso viene descritta questa tecnica come tra le più semplici e convenienti in termini di impegno, questo può essere anche vero ma bisogna fare prima delle valutazioni.
Ma prima di risolvere il grande dilemma, rullo o pennello, ci sembra giusto fare alcune considerazioni sui vantaggi e gli svantaggi nell’usare il rullo.
Spessissimo mi sono trovato a rispondere alla domanda, uso il rullo o il pennello? ovviamente questa domanda nel 99% dei casi viene posta da privati che si avvicinano al fai da te, la mia risposta non è mai stata uguale per tutti, bisogna cercare di capire le competenze di chi si accingerà ad affrontare la tinteggiatura, l’ambiente nel quale si andrà ad eseguire il lavoro e soprattutto che tipo di prodotto dovrà essere applicato prestando particolare attenzione all’intensità dell’eventuale colore del prodotto stesso.

Le competenze

Forse se stai leggendo questo articolo dovrai essere tu stesso a capire il tuo grado di competenza, infatti a mio avviso il rullo non è per tutti.
Per esperienza diretta ho conosciuto moltissime persone terrorizzate dall’usare questo strumento e a mio modesto avviso non hanno tutti i torti (pur essendo un sostenitore del rullo).
Non lo nascondo….prima di scrivere questo articolo ho voluto vedere cosa dicevano i miei colleghi su questo argomento, e dopo averlo fatto ho voluto ancor di più scrivere questo articolo ma non perchè il materiale già reperibile in rete non sia qualità, ma per il semplice fatto che mi sono trovato spesso di fronte a delle guide su come usare il rullo (molto ben fatte ed esaustive sulla tecnica da usare) ma allo stesso tempo tutti inneggiano alla semplicità e praticita del rullo, come se fosse una tecnica da usare a prescindere da tutto e visto che non la penso assolutamente in questo modo ho voluto dire la mia.
Ritengo che per piccoli lavoretti e se non si ha molta manualità sia opportuno valutare altre strade.
Se non si è propriamente del mestiere oppure se nella vita siamo bravissimi a fare altro ma con il fai da te non c’è molto feeling il rullo può risultare quello strumento che ci farà chiudere definitivamente con il fai da te.
Nelle prossime righe sarà molto più chiaro questo mio concetto.

Cosa dobbiamo pitturare?

Devo pitturare un soffitto? una camera? una parete? un intero appartamento? questo è molto importante!
Come dicevo non c’è lo strumento ideale a prescindere vediamo perchè:

Pitturare una parete

Se si deve pitturare una sola parete sconsiglio vivamente di usare il rullo, i motivi sono molto semplici, visti i pochi metri quadri da coprire risulta sicuramente più conveniente il pennello in quanto strumento assolutamente più gestibile (diluite sempre la tinta nel giusto modo, se viene diluita troppo si avrà un eccessivo gocciolamento), in più il rullo non è uno strumento che può fare a meno del pennello in quanto anche decidendo di usare il rullo sarà comunque sia necessario utilizzare il pennello per le bordature, angoli ed eventuali zone della parete difficilmente raggiungibili dal rullo.
Da queste prime considerazioni capirete benissimo che per piccoli lavoretti utilizzare entrambi gli strumenti non è molto pratico, meglio tinteggiare quei pochi metri utilizzando solo il pennello, un solo strumento da usare, da pulire ed eventualmente da acquistare, sul punto acquistare vorrei porre la vostra attenzione, vale la pena comprare pennello, rullo e retina per rimuovere gli eccessi di prodotto, per pochi metri? Se il vostro obiettivo non è quello di diventare degli imbianchini risparmiare qualche soldo fa sempre comodo!
Molto spesso ho sentito dire “il rullo consuma più prodotto rispetto al pennello”, potrebbe anche essere vero, di sicuro se si tratta di una parete questo corrisponde a verità in quanto il rullo per impregnarsi completamente ha bisogno di molto prodotto quindi alla fine dei conti per verniciare una sola parete a rullo consumeremo molto più prodotto rispetto al pennello.
Ovviamente anche qui ci sono delle eccezione da fare in particolar modo legate all’intensità del colore ma questo aspetto verrà affrontato più avanti.

Pitturare una camera o un appartamento intero

In questo caso comincerei seriamente a valutare di usare il rullo, i mq da verniciare cominciano ad essere tanti e di sicuro il rullo rappresenta un valido alleato, anche perchè gli spazi in cui andremo ad operare saranno di sicuro abbstanza sgombri o coperti in maniera oppurtuna, infatti avere camere libere dagli oggetti o in alternativa che tutto sia ben coperto è un altro elemento importantissimo in quanto il rullare su e giù per le pareti fa in modo che si generino delle micro particelli di vernice un pò su tutto l’ambiente una sorta di polvere, ovviamente più si esegue il movimento lentamente e meno “polvere” si crea ma se usiamo il rullo per risparmiare anche tempo non possiamo permetterci di essere troppo lenti per questo motivo meglio coprire tutto per bene.

Pitturare un soffitto

Anche qui può essere molto utile utilizzare il rullo in quanto una volta verniciati i bordi con il pennello si potrà ultimare la verniciatura senza salire su una scala o trabattello avvalendosi semplicemnte di un’asta abbastanza lunga per arrivare al soffitto (a volte può bastare anche il manico di una scopa), piccolo inconveniente è che rullare su un soffitto è un pochino più difficile rispetto alle pareti infatti il rischio di “buttarsi” un pò di vernice sulla testa è alto in particolar modo se facciamo troppa pressione sul rullo.
Consigliamo di coprirsi bene la testa in quanto l’inevitabile “pulviscolo di vernice” di sicuro andrà a finire sulla nostra testa o peggio ancora negli occhi.

L’intensità del colore

Quello che sembra un particolare da poco è invece fondamentale per scegliere il giusto strumento per verniciare, che si tratti di 1 mq o di 1000 mq, se ci accingiamo a tinteggiare con un colore molto forte tipo (rosso, arancio, verde, giallo) vi consiglio vivamente l’utilizzo del rullo.
Utilizzando il rullo la vernice si poggia sulla parete in modo compatto (a differenza del pennello dove la tinta viene “strisciata”) formando uno strato leggermente superiore di prodotto che eviterà i mille problemi legati alla non buona copertura delle tinte molto intense, a scopo preventivo per queste tipologie di tinte sarebbe utile utilizzare anche un fondo idoneo prima di iniziare la verniciatura.
Su questo argomento non ci dilungheremo molto in questa sede in quanto presto sarà pronto un articolo che tratterà in maniera molto esaustiva questa problematica.

Scelta del rullo

Fino ad ora abbiamo parlato in maniera molto generica del rullo, ma questo in parte è stato sbagliato in quanto esistono molte tipologie di rulli, utilizzare un rullo con pelo troppo lungo di sicuro renderà più increspata e ruvida la vernice (a differenza del pennello che rende il tutto molto liscio), utilizzarne uno con un pelo troppo corto rende la superficie omogenea e più simile alla pennellata, ma in caso di pareti non perfettamente planari potrebbe dar luogo a delle zone dove il rullo non riesce ad aderire bene e di conseguenza si avranno delle zone con poca vernice o con vernice mancante, poi ci sono i rulli spugna, rulli che danno origine a degli effetti decorativi e tanti altri ancora, ovviamente anche questo argomento richiede un approfondimento a se stante che presto sarà disponibile.

Conclusioni

Come spesso accade, non esiste una verità assoluta, non esiste chi ha torto o ragione, bisogna sempre valutare la situazione e il tipo di lavoro che stiamo eseguendo ed il risultato che vogliamo ottenere, il consiglio di qualche buon amico (esperto) o di qualche rivenditore preparato spesso può fare la differenza per la buona riuscita del lavoro, anzi la nostra speranza è che il nostro articolo vi possa essere di aiuto per valutare quale strumento utilizzare.

Vedi anche

pavimento in pvc effetto legno

Pavimenti in PVC: ecco tutti i motivi per sceglierlo

Quando mi chiedono qual è il tipo di pavimento più facile da installare e mantenere, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *