mercoledì , 26 settembre 2018
Home / Giardino / Gazebo in legno fai da te: come costruirlo
gazebo in legno

Gazebo in legno fai da te: come costruirlo

Per arredare l’esterno in modo semplice ma efficace, soprattutto se c’è molto spazio e si ha a disposizione un giardino, è possibile creare un delizioso gazebo in legno. Quest’ultimo non ha solamente una funzione puramente decorativa ma serve anche a riparare dal sole oppure dalle intemperie. Al giorno d’oggi in commercio sono disponibili tantissimi gazebo differenti, che variano a seconda di diversi fattori come la forma o i materiali. In genere questi ultimi sono quasi sempre l’acciaio o il legno. Il gazebo in legno è la soluzione maggiormente adottata perché regala all’ambiente un’atmosfera elegante e romantica ma è anche molto resistente. Sebbene la costruzione di un gazebo in legno possa sembrare piuttosto complicata, essa tuttavia non è impossibile da realizzare: tutto quello che occorre è un pizzico di buona volontà e una discreta manualità. Costruendo un gazebo in legno per conto tuo non solo riuscirai a rendere l’ambiente esterno decisamente più gradevole ma potrai anche risparmiare una certa quantità di denaro. Vediamo insieme quindi come fare a realizzarne uno.

Come costruire un gazebo in legno

Prima di cominciare la costruzione vera e propria del gazebo ci sono alcuni fattori che bisogna tenere in considerazione. Innanzitutto non puoi cominciare i lavori se non richiedi al tuo comune di residenza l’autorizzazione necessaria alla costruzione. Pertanto recato presso l’ufficio tecnico comunale e presenta la denuncia di inizio attività (DIA). A questo punto potrai essere certo di poter iniziare a lavorare in totale tranquillità. Dopo aver ricevuto l’autorizzazione quindi devi scegliere il luogo nel quale costruirai il tuo gazebo, valutando naturalmente lo spazio che hai a disposizione e scegliendo le dimensioni più adatte. Se hai un giardino molto grande puoi sbizzarrirti creando un gazebo in legno di grandi dimensioni, mentre se lo spazio fuori casa è esiguo è preferibile optare per una struttura più piccola che non sia quindi troppo ingombrante ma che al tempo stesso faccia il suo effetto. Tieni in conto comunque che costruire un gazebo molto grande richiederà una quantità di tempo e di fatica maggiore. Qualsiasi sia la tua scelta non dimenticare però di valutare bene anche il suolo sul quale andrai a creare il gazebo. Nel caso in cui il terreno sia piuttosto soffice puoi decidere di interrare direttamente i montati avvalendoti si strutture metalliche dalla forma appuntita che rendono il compito più facile e che possono proteggere la parte del montante interrata. Nel caso in cui invece il terreno fosse decisamente più duro si possono ancorare i montanti in una colata di cemento, garantendo solidità e sicurezza.

Progetto e materiali

Uno dei processi più importanti nella costruzione di un gazebo è senza dubbio la progettazione. Essa infatti permette di poter avere un quadro chiaro di ciò che si andrà a costruire e consente di non commettere errori nelle fasi di lavorazione. Naturalmente, se sei alle prime armi, è consigliabile realizzare un progetto semplice che non abbia una struttura troppo complessa. Se non sei sicuro di aver fatto un buon lavoro puoi anche richiedere il parere di un esperto o di una persona competente che possa aiutarti nella progettazione e correggere gli eventuali errori. Successivamente dovrai occuparti di acquistare tutto il materiale necessario. Quest’ultimo è di facile reperibilità: puoi infatti trovare ciò che ti serve nei negozi di bricolage e fai da te. Tra gli attrezzi che dovrai acquistare per iniziare ci sono una rotella metrica, una vanga, un martello, una corda, quattro paletti, un piccone, un secchio, un segaccio, una chiave inglese, un badile, una cazzuola, un trapano dotato di punta per legno e infine uno scaletto professionale.

Per i materiali invece avrai bisogno di quattro pali e otto travi (le cui dimensioni varieranno a seconda della tua scelta), malta cementizia, otto bulloni a testa tonda che serviranno per fissare le travi in legno, otto bulloni con cui dovrai fissare il pannello di copertura, un pannello di policarbonato scuro, tre pannelli di policarbonato trasparenti. Se l’acquisto di tutti questi accessori ti sembra una spesa molto alta da affrontare tieni in considerazione che si tratta di una sorta di investimento iniziale: molti di questi materiali infatti potranno essere riutilizzati in un secondo momento per creare altri oggetti con il metodo fai da te. Inoltre devi anche tenere in conto che tale operazione comporterebbe un costo ancora maggiore se fosse fatta da una ditta professionista.

Gazebo da giardino in legno

Dopo esserti procurato tutto quello di cui hai bisogno non ti resta altro che cominciare. La prima cosa che devi fare è segnare il perimetro del gazebo sul terreno. Fai attenzione a questo passaggio ed esegui l’operazione meticolosamente avvalendoti di martello, corda, quattro paletti e una rotella metrica. Fatto ciò, prendendo una vanga, dovrai cominciare a scavare quattro buche nel terreno. È importante che le buche non siano troppo profonde (generalmente all’incirca quarantacinque centimetri) e non troppo grandi. Se durante questa fase trovi difficoltà con il terreno eccessivamente duro puoi avvalerti di un piccone per terminare il lavoro. Disponiamo adesso una strato di ghiaia di almeno sette centimetri sul fondo di tutte le buche in maniera tale da agevolare il drenaggio dell’acqua. Fatto ciò comincia ad impastare la malta, prediligendo quella premiscelata. Essa può essere impastata ogni volta per ogni buca: metti in un secchio da muratore la malta e usa la cazzuola. Se invece preferisci impastare la malta una sola volta per tutte le buche puoi adoperare un badile. Dopo aver preparato le buche inserisci all’interno i quattro paletti facendo attenzione che siano perfettamente allineati con la corda e puntellandoli a un’altezza di circa un metro e mezzo dal suolo. A questo punto ricopri bene i pali con la colata di cemento e attendi dalle ventiquattro alle trentasei ore prima di poter continuare il lavoro. Trascorso questo tempo utilizza uno scaletto e un segaccio per segare i due pali posteriori e quelli anteriori, poi esegui dei fori con il trapano e disponi delle travi alle estremità dei pali: la trave anteriore e la trave posteriore verranno fissate all’esterno dei pali mentre le travi laterali dovranno essere fissate all’interno. Non dimenticare poi di fissare le altre quattro travi (ricordando di mantenere una certa distanza tra l’una e l’altra) e di fissare anch’esse con i bulloni a testa tonda. In un passaggio più complesso bisognerà aggiungere a tali travi i pannelli in policarbonato (fissandoli sempre con i bulloni) che dovranno essere disposti in modo tale da far fuoriuscire dalla struttura circa quindici centimetri per ogni lato. In seguito dovrai disporre i pannelli in policarbonato trasparente sia nella parete posteriore che nelle pareti laterali. Ultimata questa operazione la struttura del tuo gazebo in legno è finalmente pronta. Se preferisci puoi disporre sotto di esso degli oggetti di arredamento come sedie, divanetti, tavolini oppure lasciarlo vuoto come elemento ornamentale del tuo giardino.

Gazebo in legno per terrazzo

Il gazebo può essere utilizzato non solo per il giardino ma anche per il terrazzo. Se disponi infatti di un terrazzo piuttosto grande puoi scegliere di introdurre un bel gazebo in legno che conferirà eleganza e raffinatezza all’ambiente. Il legno infatti si sposa perfettamente con l’ambiente circostante e con la natura e rappresenta la soluzione ideale se vuoi ottenere un tocco chic per la tua casa. Generalmente i modelli di gazebo più in voga sono quelli che hanno la forma quadrata e la sommità leggermente appuntita, ma in commercio si trovano anche modelli più moderni come quelli dalla forma rettangolare e la sommità piana. Scegli il tuo gazebo in legno per terrazzo in base allo stile d’arredo della casa: in tal modo creerai un aspetto armonioso e accogliente.

Tende per gazebo in legno

Di solito il gazebo in legno è aperto ai lati ma può presentare anche delle chiusure. Nel primo caso spesso si utilizzano delle tende apposite che chiudono lo spazio ma al tempo stesso rendono l’ambiente comunque ben arieggiato. Le tende per gazebo creano dunque un effetto vedo non vedo estremamente di tendenza. Anche in questo caso ce ne sono di tantissimi tipi differenti che variano in base ai colori ma soprattutto in base ai materiali utilizzati. La seta viene scelta prevalentemente da chi predilige un effetto elegante e sofisticato: si tratta di un materiale pregiato che ha un costo piuttosto elevato e che può essere opaco oppure trasparente. Anche le colorazioni possono essere diverse anche se si preferiscono quelle chiare come il bianco, il rosa pallido o il beige. Anche il lino costituisce senz’altro un tessuto molto raffinato e largamente utilizzato per le tende da gazebo poiché offre riparo dal calore e dell’afa durante i periodi particolarmente caldi. Un altro tessuto molto suggestivo ma meno usato è infine il velluto, perfetto per chi vuole ottenere la giusta privacy e un effetto barocco. In questo caso le colorazioni sono più vivaci e decise come ad esempio il blu, l’arancione oppure il rosso.

Illuminazione per gazebo in legno

Anche l’illuminazione è un elemento fondamentale quando si possiede un gazebo in legno nel proprio spazio esterno. Essa infatti non serve solo a fare luce ma anche a creare giochi di luci e ombre davvero suggestivi. Le luci più indicate sono quelle a LED perché permettono di risparmiare energia ma riescono ad illuminare bene l’ambiente. Le luci a LED possono essere di svariate tipologie: ci sono le strisce con le quali si possono ottenere simpatici effetti luminosi, le lampade invece sono quelle che fanno più luce insieme ai faretti, ideali per vivere anche di notte il tuo gazebo in legno.

Costo

Il costo di un gazebo in legno oggigiorno può variare in base a diverse caratteristiche come ad esempio la qualità del materiale, la grandezza del gazebo oppure il modello (quelli più particolari hanno un prezzo più alto). Per tale ragione dunque se devi acquistare un gazebo in legno stabilisci prima un budget preciso e in base ad esso scegli quello che meglio risponde alle tue esigenze. Di solito la fascia di prezzo è medio alta ma ci sono anche dei gazebo più economici ed altri invece che hanno costi davvero molto alti.

Vedi anche

roseto

Come e quando potare le rose

Le rose sono fiori meravigliosi, con un profumo avvolgente e inconfondibile. Un bel roseto è ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *