martedì , 23 aprile 2019
Home / Decorazioni / Come rivestire una parete con la perlinatura

Come rivestire una parete con la perlinatura

La perlinatura delle pareti è un’ottima soluzione da un punto di vista sia pratico sia estetico. Le perline di legno, infatti, garantiscono un notevole isolamento termoacustico e rappresentano un tipo di rivestimento economico, leggero e facile da applicare. In aggiunta, la perlinatura conferisce all’arredamento un tocco di eleganza: i materiali utilizzati sono contraddistinti dalle tinte e dalle sfumature naturali del legno, ma possono anche essere personalizzati con molteplici colori e decorazioni. Un tempo le perline per pareti si adoperavano in particolare per le baite in montagna, mentre attualmente vengono spesso impiegate anche per le costruzioni urbane.

Non è difficile effettuare autonomamente la perlinatura delle pareti. È sufficiente procurarsi alcuni strumenti, tra cui un filo a piombo, dei chiodi e un martello e dei listelli di legno per realizzare un’adeguata struttura di supporto. Quest’ultima deve essere costruita in modo che risulti completamente invisibile sotto la perlinatura: di conseguenza, è necessario posare i listelli con attenzione, in maniera del tutto omogenea e a una distanza verticale di 50-60 cm l’uno dall’altro. Il filo a piombo può aiutare nella fabbricazione di un basamento perfettamente diritto; in alternativa, è possibile usare una semplice livella a bolla. Qualora la parete non sia uniforme, si consiglia di renderla piana con un’apposita levigatrice oppure di impiegare dei tasselli di legno laddove siano presenti delle diseguaglianze. I listelli che formano il supporto delle perline vanno fissati al muro con i chiodi, i quali non devono assolutamente sporgere: in questo caso, infatti, si avrebbero delle difficoltà nella successiva perlinatura. Si raccomanda di procedere con ordine, fila dopo fila partendo dall’alto e utilizzando un opportuno cutter se si presenta la necessità di tagliare i listelli.

Terminata la realizzazione della base, si può procedere con la perlinatura della parete. Le perline sono di lunghezza e larghezza variabili, ragion per cui è indispensabile prendere con meticolosità le misure prima di eseguire qualsiasi operazione. Il perlinato viene installato tramite inchiodatura o incollaggio: naturalmente, in quest’ultima situazione è essenziale adoperare una colla adatta. Le perline non sono altro che tavole di legno, solitamente di abete, pino o larice, semplici da applicare su un basamento ben costruito. Nel corso della perlinatura è importante fare attenzione alla presenza di eventuali interruttori, prese elettriche, cornici e altri elementi che potrebbero ostacolare l’operazione e che, pertanto, devono spesso essere riposizionati. Le cosiddette perline nude, ovvero quelle non trattate, potrebbero necessitare di un trattamento impregnante e rinforzante prima dell’installazione, a differenza di quelle prefinite.

Vedi anche

Stucco veneziano, i consigli di Antonio Liso di Decoriamonoi.

Oggi approfondiremo alcune tematiche inerenti l’applicazione dello stucco veneziano con uno dei maggiori esponenti di ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *