martedì , 25 settembre 2018
Home / Le nostre pillole / Tintometro: ecco come replicare i colori con (assoluta) precisione

Tintometro: ecco come replicare i colori con (assoluta) precisione

Scegliere il colore per le pareti di casa è un aspetto davvero importante per dare stile e personalità alla propria abitazione. Ogni colore ha le sue caratteristiche, che lo rendono più adatto a determinati tipi di arredamento e ai diversi ambienti (soggiorno, cucina, camera da letto, etc.) che compongono una casa.

Molto spesso l’esigenza è quella di avere un colore realizzato ad hoc, completamente su misura e personalizzato in base ai propri gusti. Altre volte capita di dover replicare uno stesso colore per dare uniformità e coerenza a uno o più ambienti.

Ma come ottenere un colore sempre perfetto, omogeneo e in linea con le proprie aspettative e desideri? Se una volta il colore veniva creato a mano, oggi la tecnologia ci viene in soccorso con il tintometro.

Contenuti di: Tintometro: ecco come replicare i colori con (assoluta) precisione

Cosa è il tintometro?

Il tintometro è un macchinario che permette di creare colori su misura e di replicare con assoluta precisione ogni tipologia di tinta, mantenendo – anche a distanza di tempo – assoluta fedeltà al colore di partenza. Oltre a replicare colori primari e secondari, partendo da una mazzetta, il tintometro permette di ottenere anche colori personalizzati.

La precisione a cui si è giunti oggi scongiura il rischi di  errore “umano”. Quando in passato la realizzazione delle tinte veniva fatta a mano, mescolando diverse porzioni di colore, l’eventualità di un errore era abbastanza elevata; cosa oggi assolutamente impossibile ricorrendo al tintometro.

Tintometro manuale o automatico

Le macchine tintometriche non sono certo strumenti da fai da te, ma vengono utilizzate da colorifici e negozi specializzati per la produzione delle tinte. Esistono tintometri manuali, oggi affiancati dai tintometri automatici. La macchina inoltre deve essere utilizzata da personale qualificato e adeguatamente preparato per un eseguire un lavoro ottimale.

Il funzionamento è comunque identico: partendo dalla tinta che si vuole ottenere, lo strumento permetterà di individuare quali colori andranno mescolati e in quali proporzioni. Le vernici che si potranno ottenere possono essere sia a base di acqua sia diluite con solventi.

Perché utilizzarlo?

Come detto, si tratta di un macchinario utilizzato da aziende e professionisti del settore per fornire un servizio efficiente alla propria clientela. Cerchiamo quindi di riassumente quali sono i vantaggi legati all’utilizzo di una macchina tintometrica professionale e in quali casi va utilizzata:

  • Possibilità di replicare un colore giù esistente con estrema precisione
  • possibilità di ottenere un colore personalizzato e su misura
  • possibilità di acquistare una vernice già pronta

Va comunque specificato che una tinta ottenuta da tintometro avrà un costo più elevato. Ma di fronte a esigenze di uniformità o di creazione di nuances su misura, ricorrervi è la scelta migliore per non incappare in errori.

Qual è la vostra esperienza con le vernici ottenute da tintometro?

Vedi anche

mensole fai da te

Come realizzare mensole fai da te

Le mensole sono una componente tanto semplice quanto utile all’interno di ogni abitazione. Esse servono ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *